Home Cronaca Cronaca Mondo

Partito comunista cinese: via libera test vaccino Covid-19 sull’uomo. Li fa l’esercito

0
CONDIVIDI
Coronavirus

Gli esperti cinesi hanno dato il via libera ai test di sperimentazione sulla sicurezza per l’uomo di un possibile vaccino contro il coronavirus, affiancandosi a statunitensi e israeliani nella corsa per debellare la pandemia del Covid-19 che ha causato migliaia di morti.

Lo ha riferito stamane l’agenzia Ansa.

Secondo quanto ha riportato il Quotidiano del Popolo, voce del Partito comunista cinese, i ricercatori dell’Accademia cinese delle scienze mediche militari, istituto affiliato all’Esercito popolare di liberazione, hanno ricevuto l’approvazione per lanciare gli studi clinici in fase iniziale del potenziale vaccino a partire da questa settimana.

CDC: contagio entro 1,8 metri. Vaccino: al via su 45 volontari e US Army comincia test

I dettagli nel database di registrazione clinica sperimentale cinese mostrano che un test di ‘Fase 1’, dedicato alla sicurezza per l’uomo, mira a coinvolgere 108 persone sane per prendere parte al processo tra il 16 marzo e il 31 dicembre.

Nei giorni scorsi negli Stati Uniti un gruppo di medici e scienziati avevano annunciato l’inizio dei test e studi clinici su un possibile vaccino a Seattle con 45 volontari.

Inoltre, anche l’esercito statunitense aveva rivelato l’inizio dei test su un possibile vaccino anti Covid-19.

Occorre però ricordare che il direttore del National Institute of Allergy (NIH) Anthony Fauci, massimo esperto del settore, ha in sostanza spiegato che, se le cose vanno bene, “per un uso diffuso” del nuovo vaccino al momento si parla di circa un anno-diciotto mesi.