Home Sport Sport Genova

Parma-Samp 3-3, fuochi d’artificio al Tardini

0
CONDIVIDI
Quagliarella

Clima di amicizia al Tardini nella sfida tra Parma e Samp, importante in chiave salvezza per i gialloblù.

Pronti via e i Ducali passano subito in vantaggio con Gazzola lesto ad insaccare alle spalle di Audero.

Da qui però comincia un monologo Samp che porta al pari: Dimarco allarga il gomito in area toccando di braccio e Fabbri, dopo l’intervento del VAR, concede il rigore che Quagliarella trasforma.

Gli uomini di Giampaolo attaccano con tutti gli effettivi chiudendo il Parma. Al ’38 assolo di Jantko che tira in porta ma su respinta centrale di Sepe Defrel segna il 2-1.

Ad inizio ripresa Parma subito pericoloso con Ceravolo ma in. uscita bassa Audero salva tutto.

Ma al ’61 la Samp firma il tris: Kucka pasticcia sulla sua trequarti con Praet che ruba palla e in area serve Quagliarella che firma il venticinquesimo gol e l’1-3.

Al ’65 però Volley comete un ingenuità e si fa rubare il pallone da Siligardi atterrandolo in area: rigore che Kucka trasforma per il 2-3. Al 70 gialloblu che compiono la rimonta con Bastoni che ribadisce in rete la respinta di Audero sul colpo di testa di Iacoponi per il 3-3 finale.

Parma-Sampdoria 2-3: tabellino
MARCATORI: p.t. 2′ Gazzola, 27′ rig. Quagliarella, 38′ Defrel, ’61 Quagliarella, ’66 Kucka, ’70 Bastoni.

PARMA (4-4-2): Sepe; Bastoni, Dimarco, Bruno Alves, Iacoponi; Scozzarella, Gazzola, Kucka, Barillà; Gervinho, Ceravolo. Allenatore: D’Aversa.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Colley, Ferrari, Murru; Praet, Ekdal, Jankto; Defrel; Gabbiadini, Quagliarella. A disposizione: Rafael, Belec, Vieira, Saponara, Barreto, Farabegoli, Linetty, Caprari, Sau, Tavares. Allenatore: Giampaolo.

ARBITRO: Fabbri di Ravenna. Assistenti: Passeri di Gubbio e Margani di Latina. Quarto ufficiale: Rapuano di Rimini. VAR: Aureliano di Bologna. AVAR: Galetto di Rovigo.

NOTE: ammoniti al 3′ p.t. Colley, al 22′ p.t. Barillà e al 25′ p.t. Dimarco