Home Cronaca Cronaca Italia

Ore 18, in Italia 431 morti: incremento in calo (19.899). Positivi 1984: stabile (156.363)

0
CONDIVIDI
Sede Protezione civile a Roma (foto di repertorio)

Sono 19.899 i morti con coronavirus in Italia, con un aumento rispetto a ieri di 431. E’ l’incremento più basso registrato da una settimana. Sabato l’incremento era stato di 619.

Sono complessivamente 102.253 i positivi accertati finora e malati di coronavirus, con un aumento di 1.984 rispetto a ieri. Sabato l’incremento era stato di 1.996.

Sono 34.211 i positivi accertati finora e guariti dopo avere contratto il coronavirus, con un aumento di 1.677 rispetto a ieri. Sabato l’incremento dei guariti era stato di 2.079.

Ore 18, in Italia 619 morti: incremento in rialzo (19.468). Positivi 1996: in rialzo (152.271)

I dati sono stati riferiti intorno alle 18 di oggi dai responsabili della Protezione civile.

Il numero dei contagiati totali dal coronavirus (compresi morti, malati e guariti) ha quindi toccato quota 156.363, con un incremento rispetto a ieri di 4.092.

Inoltre, dai dati della Protezione civile è emerso che sono 31.265 i malati in Lombardia (1.007 in più rispetto a ieri), 13.672 in Emilia-Romagna (+177), 12.505 in Piemonte (+335), 10.729 in Veneto (-20), , 6.162 in Toscana (+170), 3.333 in Liguria (0), 3.114 nelle Marche (+117), 3.817 nel Lazio (+87), 3.057 in Campania (+55), 2.082 a Trento (+18), 2.452 in Puglia (+50), 1.326 in Friuli Venezia Giulia (+56), 2.030 in Sicilia (+29), 1.742 in Abruzzo (+18), 1.515 nella provincia di Bolzano (+246), 687 in Umbria (-36), 903 in Sardegna (+15), 795 in Calabria (+3), 588 in Valle d’Aosta (-2), 277 in Basilicata (-4), 202 in Molise (+9).

Quanto alle vittime, se ne registrano 10.621 in Lombardia (+110), 2.564 in Emilia-Romagna (+83), 1.729 in Piemonte (+196), 856 in Veneto (+25), 495 in Toscana (+28), 749 in Liguria (+15), 700 nelle Marche (+11), 279 nel Lazio (+6), 242 in Campania (+4), 293 nella provincia di Trento (+9), 260 in Puglia (+7), 195 in Friuli Venezia Giulia (+10), 163 in Sicilia (+9), 212 in Abruzzo (+6), 205 nella provincia di Bolzano (+5), 52 in Umbria (0), 73 in Sardegna (0), 66 in Calabria (0), 112 in Valle d’Aosta (+5), 18 in Basilicata (+1), 15 in Molise (+1).