Home Cronaca Cronaca La Spezia

Noleggio e locazioni di natanti, controlli a tappeto della capitaneria nello spezzino

0
CONDIVIDI
Noleggio e locazioni di natanti, controlli a tappeto della capitaneria nello spezzino

Nel trascorso weekend una task force composta da diverse squadre a terra e mezzi a mare della capitaneria di porto della Spezia e dell’ufficio Locale Marittimo di Levanto ha svolto tutta una serie di serrati controlli sulle attività di locazione e noleggio svolte con unità da diporto sia all’interno dell’Area Marina Protetta delle Cinque terre sia in ambito portuale della Spezia.

Scopo dell’operazione quello di accertare eventuali violazioni alle norme del Codice della Nautica da Diporto e della Navigazione in materia di noleggio e locazione di unità da diporto nonché di trasporto passeggeri.

Più di 50 i controlli in area Parco con 9 verbali amministrativi per violazioni al Codice della Nautica da Diporto e al Regolamento dell’Area Marina Protetta delle Cinque Terre, per complessivi euro 2.000,00 circa di sanzioni elevate.

L’attenzione dei militari della Guardia costiera della Spezia si è rivolta in particolare ad alcuni comportamenti illeciti tra cui lo svolgimento di attività di locazione e noleggio senza la prevista autorizzazione del Parco delle 5 Terre ed il transito e l’ancoraggio in zone non consentite all’interno dell’Area Marina Protetta.

Il comandante di una nave da diporto in transito vietato nell’area Marina protetta è stato deferito all’Autorità giudiziaria per violazione della norma quadro sulle aree marine protette.

Sono all’attualità in corso accertamenti su 8 ulteriori situazioni rilevate nel corso dei sopralluoghi in mare al fine di appurarne la regolarità e non è escluso che saranno notificate nei prossimi giorni ulteriori sanzioni amministrative ai soggetti responsabili

Negli ultimi giorni, accertamenti anche a terra sulla passeggiata Morin a Spezia dove sono stati elevati 2 verbali amministrativi per un ammontare complessivo di oltre 1.200,00 euro.

In questo caso sono state accertate modalità non conformi nello svolgimento di alcune attività commerciali sulla banchina, in difformità ai regolamenti sia dell’Autorità marittima sia di quella portuale.

I controlli volti a “stanare” le irregolarità nel settore, continueranno a cura della Guardia Costiera della Spezia per tutto l’arco estivo sia in mare sia a terra.