Home Cronaca Cronaca Genova

Multe a Carignano e intervento di Bucci: inchiesta archiviata. Sindacato vigili ko

0
CONDIVIDI
Via Alessi a Genova Carignano: multe dei cantuné

La procura di Genova ha archiviato l’inchiesta, a carico di ignoti, sulle multe che secondo alcuni sarebbero state stoppate dal sindaco Marco Bucci sotto casa sua in via Alessi a Genova Carignano.

Secondo la procura, il primo cittadino non avrebbe avuto alcun interesse personale a fermare gli agenti della Polizia locale che sanzionavano i veicoli.

La vicenda era partita dopo l’esposto di di Pasqualino Manfrecola, vigile e segretario regionale del sindacato Csa e i pm genovesi avevano aperto un fascicolo a carico di ignoti per abuso d’ufficio.

Secondo quanto accertato, lo scorso febbraio due vigili si erano presentati in via Alessi e avevano iniziato a multare le auto.

Le sanzioni erano scattate perché gli operatori di Amiu avrebbero dovuto pulire la strada, ma il problema era sorto sostanzialmente perché al posto dei tradizionali e numerosi cartelli mobili “a cavalletto” i nuovi avvisi erano stati indicati in alcune cosiddette “paline” stradali non del tutto immediatamente visibili e “percepite” dalla popolazione residente.

I due agenti avevano già multato 43 veicoli quando avevano visto arrivare il sindaco chiamato dai cittadini.

Dopo alcuni minuti, il comandante del Corpo di Polizia Municipale Gianluca Giurato, venuto a conoscenza della situazione, avrebbe quindi impartito l’ordine di fermarsi.

Il sindaco Bucci aveva quindi spiegato, anche durante una seduta del consiglio comunale, che non aveva affatto detto agli agenti di Polizia locale di non fare multe, ma che aveva il sacrosanto dovere di segnalare se una procedura non funzionava bene.

Una tesi che, evidentemente, è stata accolta dalla procura di Genova.

 

!-- Composite Start -->
Загрузка...