Home Cronaca Cronaca Genova

Monossido killer e calderine, è allarme: altri 3 morti a Vignole Borbera

0
CONDIVIDI

Dopo il decesso di un’impiegata 58enne dell’ufficio Anagrafe a Savona (v. articolo precedente) oggi altre tre persone sono morte a Vignole Borbera, in provincia di Alessandria, probabilmente a causa di una intossicazione da monossido di carbonio.

Secondo i primi accertamenti, si tratta di marito, seconda moglie dell’uomo e figlio appena maggiorenne (19 anni) che abitavano in una casa in località Molino.

L’allarme è scattato nel primo pomeriggio, ma il decesso potrebbe risalire alla scorsa notte.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri. Sono arrivate anche i sanitari del 118, ma purtroppo non c’era più nulla da fare.

I VVF raccomandano di fare sempre la manutenzione dell’impianto di riscaldamento e di chiamare un tecnico in caso di un minimo malfunzionamento.

Monossido killer, ancora un decesso: muore 58enne impiegata Anagrafe. Grave la cognata