Home Cronaca Cronaca La Spezia

Marocchino irregolare spaccia eroina al’Umbertino: arrestato

0
CONDIVIDI
La Spezia, spaccia eroina: arrestato 49enne straniero pluripregiudicato
Spaccio (immagine di repertorio)

L’arresto effettuato dalla Squadra Mobile della Spezia. Al marocchino è stato imposto l’obbligo di firma

Un ventinovenne marocchino nullafacente irregolare sul territorio nazionale e già gravato da precedenti specifici, è stato arrestato dagli uomini della Squadra Mobile della Spezia.

In seguito ad alcune segnalazioni dei residenti, gli agenti della Sezione Antidroga effettuavano alcuni servizi di appostamento al fine di monitorare il Quartiere Umbertino.

In particolare, venivano osservati movimenti sospetti da parte di un uomo, che era solito spostarsi tra via Napoli, via Castelfidardo e piazza Brin.

La persona in questione risultava noto alle forze dell’ordine in quanto attualmente gravato dalla misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria, inflitta nell’ambito del procedimento penale relativo alla nota operazione “Hydra”.

Ieri, all’esito di un mirato servizio di appostamento, gli agenti monitoravano l’uomo che si incontrava in via Castefidardo con un tossicodipendente locale, con il quale avveniva una rapida azione di spaccio.

Poco dopo, un equipaggio della Squadra Mobile controllava l’acquirente, trovandolo in possesso di una bustina termosaldata contenente una dose di eroina.

Nel frattempo altri agenti procedevano al fermo dello spacciatore, che si era spostato in Piazza Brin.

Sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di circa 350 euro in banconote di piccolo taglio, provento dell’attività di spaccio.

Al termine della redazione degli atti il marocchino veniva arrestato in quanto colto nella flagranza del reato di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre l’altro soggetto veniva segnalato alla Prefettura quale assuntore.

Nella giornata odierna l’arresto è stato convalidato dal Giudice per le Indagini Preliminari dottoressa Luisa Carta, il quale ha nuovamente applicato all’uomo la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

La posizione del predetto è inoltre al vaglio dell’Ufficio Immigrazione della Questura per i provvedimenti di competenza.