Home Cronaca Cronaca Genova

Lunedì 8 manifestazione apartitica? Fiom s’infila e attacca M5S: porteremo nostri striscioni

0
CONDIVIDI
Sabato 29 ottobre, striscione Fiom al corteo "contro il razzismo e la paura" organizzato anche da Lotta Continua

Oltre il ponte c’é. La Fiom genovese oggi ha annunciato di aderire alla manifestazione convocata dai residenti della Valpolcevera che lunedì prossimo, alle 9, s’incontreranno davanti a Palazzo S. Giorgio a Caricamento per poi proseguire in corteo a De Ferrari, sotto il palazzo della Regione, e poi in via Roma sotto quello della Prefettura.

Gli organizzatori avevano sempre sottolineato che la manifestazione doveva essere “apartitica” e “senza bandiere di partito” per “tutta Genova e tutti i genovesi”.

Invece, gli iscritti della Fiom hanno spiegato che lunedì mattina parteciperanno con i loro striscioni, come accaduto sabato scorso durante la manifestazione anti governo Lega-M5S e “contro il razzismo e la paura” organizzato dai circoli di Lotta Continua, Genova solidale e Coordinamento studentesco 9 febbraio.

Il segretario della Fiom genovese Bruno Manganaro ha anche attaccato il ministro del M5S Danilo Toninelli: “Prevede 200 assunzioni al suo ministero sfruttando a suo piacere il decreto Genova mentre la nostra città il lavoro lo perde, dopo aver perso vite umane e aver perso le proprie case. Dopo che la la vita degli abitanti è negativamente cambiata. Saremo in piazza contro un decreto Genova che dimentica il lavoro e il reddito con centinaia di posti di lavoro a rischio, salari tagliati da chi ancora può usufruire della cassa integrazione e licenziamenti per chi non ha questi ammortizzatori”.

Il ministro delle Infrastrutture e Trasporti proprio lunedì’ sarà a Genova in Prefettura per un incontro con la commissaria europea ai Trasporti Violeta Bulc.

Sfollati a Fiom-Cgil: lunedì 8 nessuna bandiera e striscioni, é manifestazione apartitica