Home Politica Politica Genova

Linea condivisa: Regione Liguria taglia i 95 euro per sanificazione ambulanze

0
CONDIVIDI
Gianni Pastorino, capogruppo regionale Linea Condivisa (foto di repertorio fb)

“La giunta regionale e l’ormai plenipotenziario della sanità ligure Walter Locatelli decidono di tagliare i fondi per le ambulanze Covid-19 e per la sanificazione dei mezzi. Risultato: meno sicurezza per operatori e pazienti. Del resto sappiamo che per qualcuno l’emergenza coronavirus non esiste più, e va cancellata al più presto possibile perché le elezioni sono alle porte”.

Lo ha dichiarato oggi i consiglieri regionali Francesco BattistiniGianni Pastorino (Linea condivisa).

“Anpas, Croce Rossa e Copas, invece, affrontano la questione con responsabilità. Denunciano e rimproverano la decisione scellerata di chi governa la salute ligure, ma continueranno a garantire alla comunità il massimo grado di sicurezza. Se necessario di tasca propria.

Le ambulanze rimarranno allestite per l’emergenza pandemica. Gli equipaggi continueranno a essere addestrati e dotati degli opportuni ‘Dpi’.

Anche se l’amministrazione regionale ha deciso di bloccare l’erogazione del rimborso specifico per ‘ambulanze Covid’, pari a 95 euro al giorno per ciascuna sede attiva con mezzi dedicati, le Pubbliche assistenze continueranno a sostenere, anche senza certezza di ulteriori contribuzioni pubbliche, ogni spesa necessaria ad assicurare gli elevati standard di servizio mantenuti sino a oggi.

Allargando lo sguardo, è deprimente constatare come, ancora volta, Toti e Viale bistrattino nel concreto proprio coloro chein altre sedi, per convenienza, definiscono eroi.

I medici, gli infermieri, gli Oss e in generale tutto il personale sanitario non ha ancora ricevuto i bonus promessi.

Anzi, come ricompensa, gli sono state persino sospese le ferie.

Incredibilmente la giunta di centrodestra è ossessionata dalla propaganda e dalla pubblicità per cercare di avvantaggiarsi in campagna elettorale. E per questo spende una marea di soldi pubblici. Ma nel frattempo taglia continuamente i servizi fondamentali ai cittadini.

Chiediamo al governo regionale un netto ripensamento. Domani presenteremo un ordine del giorno per ripristinare i contributi necessari alla piena operatività dei mezzi Covid”.