Home Cronaca Cronaca Genova

Liguria, tre morti e 15 pazienti in terapia intensiva: 16 malati e 40 casi più di ieri

0
CONDIVIDI
Coronavirus (foto di repertorio fb)

Sono 1586 i morti con coronavirus in Liguria, con un aumento rispetto a ieri di tre (donna di 71 anni deceduta l’altroieri all’ospedale di Savona, uomo di 81 anni deceduto ieri all’ospedale di Sarzana, uomo di 87 anni deceduto oggi all’ospedale San Martino).

Sono 2529 i positivi accertati finora e malati, con un aumento rispetto a ieri di 16.

Sono 8056 i positivi accertati finora e guariti con due test consecutivi, con un aumento rispetto a ieri di 21.

I dati sono stati comunicati intorno alle 18 di oggi dai responsabili di Regione Liguria.

Liguria, un morto e 13 pazienti in terapia intensiva: 51 malati e 73 casi più di ieri

In altre parole, Regione Liguria indica gli “attualmente positivi” e potenzialmente contagiosi. Significa che conteggia solo chi è stato accertato finora positivo al coronavirus (ospedalizzati + domiciliati + positivi clinicamente guariti = attualmente positivi), escludendo però dal computo chi è guarito sviluppando gli anticorpi e chi è deceduto.

La Protezione civile nazionale invece conteggia anche questi ultimi (ospedalizzati + domiciliati + positivi clinicamente guariti + guariti che hanno sviluppato gli anticorpi + deceduti = casi totali) che poi vengono pubblicati online pure dal Ministero della Salute.

Inoltre, è bene precisare che secondo il presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli: “avere un test sierologico positivo per gli anticorpi non esclude che in quel momento un soggetto possa essere infettante. È possibile infatti aver prodotto gli anticorpi, ma avere ancora in circolo il coronavirus e dunque essere ancora contagiosi. Per questo va fatto anche il tampone. Solo se questo esame è negativo si ha la certezza di non essere più contagiosi”.

Ecco il bollettino di oggi di Regione Liguria.