Home Cronaca Cronaca Mondo

La Norvegia rinuncia al vaccino AstraZeneca, Johnson & Johnson solo ai volontari

0
CONDIVIDI
Vaccini | Accordo Ue-AstraZeneca, garantita la consegna delle restanti dosi
Vaccino AstraZeneca (immagine di repertorio)

Complicazioni, rare, ma gravi e anche letali riscontrate dopo la somministrazione di questi vaccini

La Norvegia ha deciso di non utilizzare il vaccino anti Covi-19 di AstraZeneca e di sospendere quello di Johnson & Johnson. Ad annunciarlo il primo ministro norvegese Erna Solberg.

“La Norvegia – ha annunciato il governo – rinuncerà definitivamente al vaccino AstraZeneca nel suo programma di vaccinazione anti-Covid e riserverà il vaccino di Johnson & Johnson solo ai volontari.”

Secondo le dichiarazioni del primo ministro la decisione è stata presa per le complicazioni, rare, ma gravi riscontrate dopo la somministrazione di questi vaccini, che utilizzano la stessa tecnologia dell’adenovirus e ai quali la vicina Danimarca ha già rinunciato del tutto.

La Norvegia aveva sospeso l’11 marzo l’uso del vaccino AstraZeneca e non ha iniziato ad utilizzare quello della Johnson & Johnson sospettata di scatenare simili effetti collaterali.

Il vaccino monodose di Johnson & Johnson, spiega il ministro, a differenza di AstraZeneca potrebbe, però, essere offerto alle persone su base volontaria seguendo le raccomandazioni formulate lunedì dagli esperti nazionali.

Su 135.000 somministrazioni effettuate fino a metà marzo con il vaccino AstraZeneca in Norvegia, sono stati registrati otto casi di trombosi grave, quattro dei quali fatali, in persone relativamente giovani e sane.

Il governo sta ora valutando la possibilità di restituire le sue dosi di AstraZeneca ai paesi dell’UE che le hanno fornite o, in alternativa, di effettuare una donazione ai Paesi poveri tramite Covax.