Home Consumatori Consumatori Italia

In zona rossa chiudono barbieri e parrucchieri, le altre regole del nuovo Dpcm

0
CONDIVIDI
Parrucchiera (foto di repertorio fb)

Aperti negozi che vendono beni essenziali

A partire dal 6 marzo fino al 6 aprile nelle regioni in area di criticità rossa non si potrà più andare dal barbiere o dal parrucchiere perché dovranno restare chiusi.

Lo si legge nel nuovo, ennesimo Dpcm a firma del premier Mario Draghi.

Stessa sorte per gli altri esercizi che offrono servizi alla persona e dovranno tenere le saracinesche abbassate.

Fanno eccezione quelli che vendono beni essenziali, come alimentari, farmacie, parafarmacie, edicole, tabaccai, ferramenta, ottici, informatica, telefonia, profumerie, intimo, abbigliamento per bambini, giocattoli, librerie e fiorai.

In area arancione e gialla i negozi continueranno ad essere tutti aperti. I centri commerciali proseguiranno con le chiusure nei giorni festivi e prefestivi, anche se al loro interno possono restare aperti i negozi che vendono beni essenziali come gli alimentari.

Nelle aree bianche, per ora solo la Sardegna, potrà riaprire tutto.