Home Cultura Cultura Imperia

Imperia: da sabato una grande mostra su Ligustro

0
CONDIVIDI

IMPERIA. 8 GENN. Un importante evento sarà inaugurato (alle ore 17) sabato ad Imperia: si tratta della mostra” Ligustro…questo sconosciuto”, dedicata al Maestro Giovanni Berio in arte Ligustro. La mostra, che sarà ospitata, fino al 27 gennaio 2018, presso la Biblioteca Civica Leonardo Lagorio ( in piazza Edmondo De Amicis, 7), si inserisce nel progetto Premio Ligustro, con il patrocinio della Città di Imperia, della Fondazione Italia Giappone, del Centro Internazionale Antinoo per l’Arte Centro documentazione Marguerite Yourcenar e della Fondazione Mario Novaro. A curare l’evento è stato Carlo Senesi, professore di storia dell’arte, pittore e scenografo.

La mostra è anche un’ occasione ghiotta per gli amanti del mondo delle stampe giapponesi che in Occidente è indissolubilmente legato a due grandi personaggi ed amici che oggi non sono più con noi Jack Ronald Hillier (Londra, 28-8-1912 – 5-1-1995) e proprio lo stesso Giovanni Berio in arte Ligustro (Imperia, 1-1-1924 – 11-12-2015). Durante la personale si terranno numerosi eventi collaterali. Saranno proposte, al sabato mattina e su appuntamento, le visite guidate nella sala di lettura Ligustro e nella sala dei legni – Biblioteca Civica “Lagorio”. Al sabato ci saranno anche le visite guidate, presso la sala della lettura e presso la sala dei legni, con Fulvio Ioan, docente della scuola secondaria, mentre in settimana, e su appuntamento, si potrà essere accompagnati dalla dottoressa Monica Ramò.

Fulvio Ioan ha insegnato tecniche dell’incisione e anatomia dell’immagine presso l’Accademia di Belle Arti di Sanremo, collabora con l’Accademia Ligustica di Genova. Per anni è stato allievo ed assistente del Maestro Ligustro. Un altro interessante evento collaterale sarà il Laboratorio di xilografia e mostra di carte Washi giapponesi Awagami (dichiarate patrimonio dell’umanità dall’ Unesco) presso l’ Atelier Hellory (in Piazza San Francesco 10, proprio di fronte alla Biblioteca Civica “Lagorio”). Verrà proposto il mercoledì e giovedì pomeriggio dalle 15 alle 18, metre la mostra sarà aperta il martedì pomeriggio dalle 15 alle 18.


Maria Nella Ponte, in arte Hellory, talentuosa disegnatrice fin da giovanissima, inizia a dipingere a olio all’età di 12 anni. A15 anni si innamora delle stampe di Ligustro il quale, cinque anni dopo, acconsentì ad insegnarle la tecnica giapponese “Moku Hanga”. Hellory devenne così inizialmente sua collaboratrice e, dal 2009, stampatrice ufficiale del Maestro. Il Premio Ligustro è un progetto che ha lo scopo di far conoscere agli studenti l’antica tecnica giapponese Nishiki-E riscoperta da Ligustro, permettendo al contempo di studiare alcune stampe e matrici da lui incise, evidenziando anche la complessità e la perfezione del lavoro ottenuto dopo molti anni di approfondimento, ricerca ed impegno. Con questo progetto si vuole offrire ampia visibilità agli autori degli elaborati ed agli istituti che promuovono tale iniziativa. Nell’ ambito del medesimo progetto, il docente Fulvio Ioan presenterà il volume “Le opere del Maestro Ligustro – uno studio sulla composizione”.

Sarà presentata anche la conferenza tenuta da Hellory al Convegno triennale di xilografia IMC 2017 alle Hawaii dal titolo: “Alla scoperta delle Tecniche di Lusso della xilografia giapponese nelle opere di Ligustro”. La personale dedicata a Ligustro resterà aperta con il seguente orario: dal lunedì al venerdì, dalle ore 15 e 30 alle ore 18 e 30, ed al sabato dalle ore 10 e 30 alle ore 12 e 30.

La cerimonia di finissage della mostra è in programma sabato 27 gennaio alle ore 17 nella Sala Convegni.
CLAUDIO ALMANZI

Rispondi