Home Cronaca Cronaca Italia

Gioielli contessa Vacca Agusta: Maurizio Raggio condannato a 9 mesi. Il maggiordomo a 4 anni | Aggiornamento

0
CONDIVIDI
Maurizio Raggio a Portofino (foto di repertorio)

Caso gioielli contessa Francesca Vacca Agusta, tragicamente scomparsa l’otto gennaio 2011, a soli 58 anni, precipitando in mare dalla scogliera di Villa Altachiara a Portofino.

Oggi il Tribunale di Genova ha condannato a nove mesi di reclusione l’ex compagno Maurizio Raggio.

L’imprenditore, portofinese d’adozione, era a processo insieme ad altre persone per l’intricata vicenda della scomparsa di alcuni gioielli del valore stimato di circa un milione e mezzo di euro, tra i quali quelli appartenuti alla contessa, che sarebbero stati “custoditi” in una stanza segreta da un amico.

Da quanto emerso, Raggio avrebbe “custodito” i gioielli mentre stava divorziando dalla ex moglie e aveva in corso un contenzioso con il Fisco.

Il giudice ha inoltre inflitto 4 anni e otto mesi al maggiordomo Hiran Perera, 4 anni e due mesi a Marco Barolo (impresario edile che sarebbe stato suo complice e avrebbe portato il tesoro in Romania), 5 mesi a Massimo Tarantolo Baldo e 3 mesi a Simone Di Bartolomei.

In sintesi, secondo l’accusa, Perera avrebbe rubato i gioielli con la complicità di Barolo. Raggio avrebbe quindi minacciato Perera per ottenere la restituzione del bottino e sarebbero stati “aiutati” da Tarantolo Baldo e Di Bartolomei (persone già note alle Forze dell’ordine).

Aggiornamento.

Il 7 marzo 2019, in seguito alla remissione della querela da parte del Perera la Corte di Appello di Genova ha ritenuto il “non doversi procedere nei confronti di Raggio Maurizio” per l’estinzione del reato.