Home Cultura Cultura Genova

Genova è la patria dello stoccafisso norvegese

0
CONDIVIDI
Genova è la patria dello stoccafisso novergese

Cena gourmet al The Cook al Cavo del nuovo Ambasciatore dello Stoccafisso di Norvegia 2020 e Chef, Ivano Ricchebono

Ieri sera, giovedì 1 ottobre, il Norwegian Seafood Council ha organizzato una serata dedicata allo stoccafisso, pesce protagonista della cucina norvegese, presso il ristorante The Cook, volendo celebrare, proprio nel suo locale, lo Chef Ivano Ricchebono quale nuovo Ambasciatore dello Stoccafisso di Norvegia 2020.

Ospite d’eccezione della serata lo chef Gian Paolo Belloni dei ristoranti Zeffirino e La Cucina di Gian Paolo, nominato primo Ambasciatore dello Stoccafisso di Norvegia nel 2009.

Genova è la patria dello stoccafisso novergese: Gundersen, Ricchebono e Belloni

“Siamo molto felici di questa serata organizzata in collaborazione con lo Chef Ivano Ricchebono, nostro Ambasciatore dello Stoccafisso di Norvegia – ha affermato Trym Eidem Gundersen, Direttore Italia del Norwegian Seafood Council – Per noi è stata l’occasione ideale per presentare il nostro nuovo Ambasciatore all’industria ittica italiana. Lo stoccafisso fa parte da secoli della tradizione culinaria ligure e lo Chef Ricchebono incarna perfettamente quel legame gastronomico tra i nostri due paesi, la Norvegia e l’Italia. Paesi all’apparenza distanti, ma profondamente uniti da un fil rouge che è la passione per la cucina e le materie prime eccellenti, e lo Stoccafisso di Norvegia è uno di questi”.

L’incontro è stata l’occasione anche per preannunciare ad opera di Olaf Johan Pedersen, la prossima presentazione dello Stoccafisso Igp delle Isole Lofoten ad opera di un consorzio di 23 aziende produttrici del posto.

Genova è la patria dello stoccafisso novergese

A testimonianza del legame tra Lofoten e la Liguria, con i genovesi che prediligono lo stoccafisso genovese, anche una storia fotografica ad opera di Marco Tomassini e Francesco Zoppi, raccolta in un libro di Tormena Editore che racconta tutta la filiera ittica dello “stokke” dal momento della pesca a Lofoten fino all’arrivo a Genova.

Executive chef del The Cook, unico ristorante stellato di Genova, lo Chef Ricchebono è considerato uno dei più creativi chef italiani, in quanto reinterpreta la cucina ligure in modo ricercato, innovativo, ma sempre con grande attenzione alla sua terra d’origine.

La sua cucina si basa essenzialmente su prodotti stagionali e del territorio, all’insegna dell’unione della tradizione gastronomica italiana e l’evoluzione della modernità. Il risultato: personalizzazioni inaspettate delle ricette tipiche della tradizione ligure.

Genova è la patria dello stoccafisso novergese: Ivano Ricchebono neo ambasciatore dello stoccafisso norvegese

Infatti, le sue creazioni lo portano a rivisitare i procedimenti classici, esaltando i sapori degli ingredienti.

The Cook è il suo ristorante situato all’interno del Palazzo Branca Doria, nella sala affrescata da Bernardo Strozzi nel 1600.

La cucina, premiata con una Stella Michelin, offre sia raffinati piatti gourmet sia piatti della tradizione.

Ivano ha mosso i primi passi sotto l’esperta guida del famoso Chef Stefano Giorgi, per poi mettere in pratica i preziosi insegnamenti in rinomati ristoranti e hotel del territorio ligure, fino all’ingresso nel circuito del grande Gruppo Alberghiero francese Accor. Ha avuto così la possibilità di apprendere tutti i segreti di grandi Chef e assimilare le diverse peculiarità culinarie regionali.

Genova è la patria dello stoccafisso novergese: lo stoccafisso accomodato

Durante la cena è stato presentato un menù che ha voluto omaggiare lo stoccafisso, a partire dalla nuova creazione dello Chef Ricchebono, presentata in occasione della sua nomina ad Ambasciatore dello Stoccafisso di Norvegia 2020: “Stoccafisso Antica Genova e non solo”. Un mix di sapori e ingredienti semplici come le patate, il radicchio, le acciughe e il tocco creativo della spugna al basilico per esaltare il sapore unico dello stoccafisso, attraverso un’interpretazione originale e raffinata e legato ad un suo recente viaggio di lavoro tra Treviso, Milano e Genova.