Home Economia Economia Mondo

Economia: le criptovalute saranno il futuro?

0
CONDIVIDI
Economia: le criptovalute saranno il futuro?
Economia: le criptovalute saranno il futuro?

Le criptovalute, nonostante siano ormai conosciute anche ai non addetti ai lavori, sono ancora una novità e una possibilità d’investimento ritenuta speculativa. Non è un caso, infatti, le opinioni sul tema rilasciate dagli esperti sono molto contrastanti. Tra gli analisti non vi è un parere unanime, ma sono tutti concordi nel ritenere che: il futuro delle criptovalute non è ancora scritto.

In questo approfondimento, vedremo quali eventi potranno agevolare o nuocere al futuro delle criptovalute. Il tema è ormai d’interesse per migliaia d’investitori cripto italiani, dal Piemonte alla Puglia, dal Friuli alla Sicilia.

Il futuro delle criptovalute

Sicuramente, il 2021 è stato un anno florido per le criptovalute. Bitcoin ha raggiunto un nuovo massimo storico e ormai, come affermato da Dave Abner per il Time, gli investimenti di criptovalute sono diventati molto popolari anche tra i cittadini.

Regolamentazione

L’aspetto che più tiene banco tra analisti, investitori e appassionati del mondo cripto riguarda la regolamentazione. Stati Uniti, Europa, Cina e i legislatori di tutto pianeta, quotidianamente avanzano proposte e sono alla ricerca di soluzioni per regolamentare il mercato.

Si tratta di un processo non semplice. Per sua natura infatti, la blockchain è un sistema decentralizzato che non ha bisogno del controllo e dell’approvazione di enti terzi. Fin quando delle regole chiare e precise non saranno stabilite a livello globale, il futuro delle criptovalute rimane incerto.

Ad oggi, da un lato vi è la Cina che di fatto ha reso illegali le transazioni sul proprio territorio e qualsiasi attività correlata. Dall’altro, gli Stati Uniti, come recentemente dichiarato da Jerome Powell, sono orientati verso politiche accomodanti.

Acquisti in criptovalute

Un secondo punto che sarà determinante per il futuro delle cripto monete riguarda la possibilità di utilizzarle come metodo di pagamento per gli acquisti quotidiani e ricorrenti, come anche per acquisti di beni quali: immobili e auto.

Non mancano, in tal senso, esempi di aziende multinazionali che hanno iniziato ad accettare Bitcoin e altre criptovalute, ad esempio: PayPal e Squadre. Sebbene, in questo momento, pagare qualsiasi bene e servizio con le criptovalute non sembra essere un’esigenza per molte persone, in futuro, qualora tale possibilità dovesse concretizzarsi, l’impatto sul valore delle monete virtuali potrebbe essere rilevante.

Volatilità

Le repentine oscillazioni delle criptovalute sono ancora un limite che di fatto crea apprensione per il futuro dell’asset digitale. Come affermato anche da Bitcoin profit, è arduo oggi pensare al Bitcoin come una valuta stabile. Nell’arco di pochi giorni, infatti, il prezzo può oscillare molto repentinamente.

Risolvere la suddetta instabilità è pertanto un altro fattore determinante per il futuro dell’ecosistema cripto. Non a caso, la presenza di valute digitale dal prezzo fisso (stablecoin) rappresentano un’azione volta a stabilizzare l’enorme volatilità delle criptovalute classiche.

Criptovalute, quali prospettive

In conclusione, alla luce di quanto riportato in questo approfondimento, le criptovalute, sebbene dal futuro ancora incerto e da delineare, è innegabile abbiano intrapreso una strada finalizzata ad acquisire stabilità in futuro. In tal senso, si può notare la nascita del primo ETF Bitcoin che recentemente ha debuttato sulla Borsa di New York.

L’ETF BITO, è un evidente segnale di come anche i grandi intermediari finanziari sempre più riconoscano l’esigenza di offrire la possibilità d’investimento in criptovalute portandole progressivamente all’interno del mercato azionario e obbligazionario classico.