Home Cultura Cultura Genova

Domani presentazione del libro Quando la notizia è buona di Dino Frambati

0
CONDIVIDI

GENOVA 12 LUG. Domani, venerdi 13 luglio, presentazione del libro “Quando la notizia è buona” di Dino Frambati, per i tipi di Stefano Termanini Editore presso il Circolo Acli “A. Grandi” di Via Donghi 8 a Genova, alle ore 17.

Modera la la giornalista Sara Tagliente, Direttrice di TeleGenova. La presenza della cittadinanza è oltremodo gradita per informarsi consapevolemente delle varie e non facili dinamiche del giornalismo del Terzo Millennio.

Ci sarà un saluto del Presidente del”Grandi” Angelo Nelli, interverrà l’editore Stefano Termanini. Alla fine ci sarà un simpatico buffet allestito ed offerto dal Circlo Acli. Editore ed Autore aspettano tutti gli interessati alle ore alle 17. Data e orario porteranno fortuna al libro, dove un capitolo è dedicato proprio alla…scaramanzia.

Dino Frambati è attualmente Consigliere Nazionale alla sede dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti a Roma con responsabilità di difendere, promuovere e portare avanti i diritti delle migliaia di Giornalisti Pubblicisti italiani regolarmente iscritti ai vari Ordini Regionali che si trovano in condizioni di sfruttamento e sottopagati dagli Editori. La battaglia di Dino Fambati è di quelle dei “guerrieri” senza peli sulla lingua per ottenere più salvaguardie contrattuali in un mondo, quello dell’Editoria d’informazione pubblica che spesso non “snobba” i giovani pubblicisti ma li usa con metodi spesso ricattatori.

“Il libro – afferma Frambati a LN – è stato concepito dopo 30 anni di cronaca nera vissuti sulla pelle che però vuole dare voce alla “notizia buona”. Ci sono testimonianze di operatori del volontariato e delle Forze dell’Ordine che portano ad una visione diversa della notizia “eclatante” che fa vendere. La notizia ha anche una parte “buona”, raccontando non solo lo “scandalo” di turno e questo libro vuole far emergere l’utilità sociale dell’informazione che metta in luce quanti si adoperano per il “benessere collettivo”.

Insomma un pamplhet in controtendenza con la logica, spesso perversa, di “sbatti il mostro in prima pagina”. Anzi teso a valorizzare ciò che di buono, sano e onesto fa molta gente in società ed in maniera disinteressata. Un volume in “positivo” che vuole dimostare come il giornalismo non sia solo “impressionare” ma anche confortare.

“L’unico consiglio che mi sento di dare ai giovani è questo: “Combattete per quello in cui credete. Perderete, come le ho perse io, tutte le battaglie. Ma solo una potrete vincerne. Quella che si ingaggia ogni mattina, davanti allo specchio”, cit. Indro Montanelli

“Quando fai qualcosa, sappi che avrai contro quelli che volevano fare la stessa cosa, quelli che volevano fare il contrario e la stragrande maggioranza di quelli che non volevano fare niente”, cit. Confucio.