Home Sport Sport La Spezia

Chievo-Spezia 1-3, ciclone Galabinov al Bentegodi

0
CONDIVIDI

Colpo aquilotto nel big match contro il Chievo.

La sfida playoff al Bentegodi fatica a sbloccarsi ma poi sono fuochi d’artificio. Quasi ci riescono al 18’ i liguri con un palo di destro dal limite di Bartolomei, hanno la possibilità per farlo anche i padroni di casa con Vignato pescato dal cross dalla destra di Dickmann alla mezzora. Ed è proprio il Chievo che al quarto d’ora della ripresa mette la testa avanti: cross tagliatissimo di Vignato dalla sinistra, Ceter davanti porta buca la deviazione ma sul secondo palo c’è prontissimo Segre per la sua terza rete stagionale. Al 24’ Capradossi respinge Djordjevic negando il raddoppio del Chievo, che chiede rigore per un tocco di mano, e tre minuti dopo invece viene raggiunto dallo Spezia: punizione di Bartolomei dal vertice dell’area, Galabinov devia di testa e infila Semper (partendo forse da posizione di offside). E’ l’inizio del ribaltone, due gol in tre minuti degli ospiti, che conquistano rigore per intervento (dubbio) di Segre su Mora: dal dischetto raddoppia Galabinov. Così lo Spezia esonda: all’86’ contro i veronesi sbilanciati alla ricerca del pari Galabinov a centro area incrocia, evita Leverbe e firma la tripletta.