Home Cultura Cultura Imperia

Cervo ti Strega tra donne e letteratura

0
CONDIVIDI
Cervo ti Strega tra donne e letteratura
Serena Bortone - Giornalista RAI

Cervo ti Strega tra donne e letteratura. Lunedì 23 agosto in arrivo una serata tutta al femminile sul Sagrato dei Corallini.

Cervo ti Strega tra donne e letteratura.Continuano gli appuntamenti.

Tre donne per una serata tutta al femminile dedicata alla grande letteratura contemporanea.

Lunedì 23 agosto alle 21.30 Cervo ti Strega torna nella suggestione del borgo medievale con tre autrici “stregate”:

Marta Barone (candidata al Premio Strega 2020 con “Città sommersa”), Maria Grazia Calandrone (candidata al Premio Strega 2021 con “Splendi come vita”), Wanda Marasco (finalista al Premio Strega 2017 con “La compagnia delle anime finte”).

Sarà una chiacchierata tra scrittrici condotta da Serena Bortone, giornalista Rai.

Serata intervallata dagli intermezzi musicali di The Northern Breeze – Irish music and songs.

Con Laura Torterolo – voce, chitarra; Michel Balatti – flauto traverso irlandese, whistles; Luca Rapazzini – violino.

Candidate e finaliste con i loro romanzi al più prestigioso premio letterario italiano.

Le tre autrici ospiti a Cervo racconteranno i propri romanzi entrati nella rosa dei libri “stregati” e i loro rapporto con la scrittura.

Un appuntamento che porterà letteratura e grandi storie declinate al femminile.

La piazza, dal 2014, con la prima edizione di Cervo ti Strega si è fatta palcoscenico letterario;

oltre che musicale, con il Festival Internazionale di Musica da Camera giunto quest’anno alla 58esima edizione.

Le parole del sindaco di Cervo Lina Cha:

«Cervo ti Strega è un brand che non può non riservare sorprese e in questa edizione 2021, ancora fortemente penalizzata dalla pandemia.

Si propone con una seconda serata inedita.

Protagoniste della serata saranno infatti scrittrici donne che dialogheranno con la brillante giornalista e conduttrice Rai Serena Bortone.

Ha accettato di replicare la sua presenza a Cervo ti Strega.

Il Comune di Cervo investe sulla cultura nella convinzione che sia un canale fondamentale di promozione turistica del territorio:

la sera del 23 agosto 2021 il palcoscenico dei Corallini si tingerà di rosa per una serata magica dove gli amanti della letteratura e della musica potranno incontrare autrici protagoniste di diverse edizioni del  Premio Strega e godere come sempre di un pregevole accompagnamento musicale.

Per partecipare alla serata del 23 agosto è necessaria la prenotazione, il biglietto di ingresso è di 10,00 euro.

Prenotazioni aperte dall’11 agosto telefonando al numero 0183406462 dalle ore 08:30 alle ore 15:30 dei giorni feriali.

E’ importante rispettare le direttive nazionali, regionali e comunali per il contenimento del covid-19.

Si ricorda pertanto che si può assistere alla manifestazione solo ed esclusivamente se muniti di green pass o di tampone negativo effettuato entro 48 ore prima dalla manifestazione.

Durante la serata si metteranno in atto tutte le misure di sicurezza e necessarie al contenimento del covid-19

L’ideatrice e curatrice di Cervo ti Strega è  la prof.ssa Francesca Rotta Gentile, la serata del 23 agosto di Cervo ti Strega è realizzata in collaborazione con il Comune di Cervo.

La manifestazione ha il Patrocinio e il sostegno di: Ministero della Cultura, Regione Liguria, Provincia di Imperia, Camera di Commercio Riviere di Liguria, Fondazione Carige.

Si ringraziano inoltre tutti gli sponsor, I fiori di Isa e Paola per l’addobbo floreale del palco e Marco Macchiavelli per le fotografie.

Cervo ti Strega tra donne e letteratura
Cervo ti Strega 2021 – Locandina 23 agosto

Biografie delle autrici

Marta Barone:

è nata nel 1987 a Torino, dove ha studiato letterature comparate all’università.

Traduttrice e consulente editoriale, ha pubblicato tre libri per ragazzi con Rizzoli e Mondadori.

Dal 2017 è curatrice dell’opera di Marina Jarre.

Ha insegnato letterature comparate in un liceo di Como. Città Sommersa (Bompiani, 2020) è il suo primo romanzo:

vincitore del premio Vittorini 2020 e in corso di pubblicazione in diversi paesi, è stato in dozzina al Premio Strega 2020.

Sorta di autofiction, il romanzo si svolge tra l’oggi e la Torino anni ’70, ed è la storia di un uomo, delle sue famiglie, delle sue appartenenze.

Città sommersa visita la sua vita con l’amore e pudore di una figlia per la quale il mondo si misura e si costruisce attraverso la parola letta e scritta

Maria Grazia Calandrone:

è poetessa, scrittrice, giornalista, drammaturga, artista visiva, autrice e conduttrice Rai, scrive per «Corriere della Sera» e tiene laboratori di poesia nelle scuole e nelle carceri.

a pubblicato numerosi libri di poesia tra cui:

La scimmia randagia (Crocetti 2003 – premio Pasolini Opera Prima), Come per mezzo di una briglia ardente (Atelier 2005), La macchina responsabile (Crocetti 2007), Sulla bocca di tutti (Crocetti 2010 – premio Napoli), Atto di vita nascente (LietoColle 2010), La vita chiara (transeuropa 2011), Serie fossile (Crocetti 2015 – premi Marazza e Tassoni, rosa Viareggio), Gli Scomparsi (pordenonelegge 2016 – premio Dessì), Il bene morale (Crocetti 2017 – premi Europa e Trivio), Giardino della gioia (Mondadori 2019).

Splendi come vita (Ponte alle grazie) racconta il rapporto di odio e amore della protagonista con la madre adottiva, ma anche il valore delle libertà e di tutti i ostri dolori che si «cicatrizzano a nostra insaputa».

Il libro è autobiografico ed è stato candidato in dozzina al Premio Strega 2021.

Wanda Marasco:

nata a Napoli nel 1953, so è laureata alla Federico II di Napoli in Filosofia, ha poi frequentato il corso di regia all’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’Amico a Roma.

Ha iniziato la sua carriera di scrittrice pubblicando raccolte di poesie, dopodiché si è data all’insegnamento nel quartiere Scampia, nella sua città natale.

Il suo primo romanzo è stato L’arciere d’infanzia nel 2005, che ha ricevuto il premio Bagutta opera prima.

Nel 2007 ha poi tenuto un ciclo di lezioni alla Federico II, continuando a dedicarsi nel frattempo alla drammaturgia e alla letteratura.

Il suo romanzo Il genio dell’abbandono (Neri Pozza) è stato inserito tra i dodici finalisti dell’edizione del 2015 del Premio Strega, ottenendo largo consenso di pubblico e di critica.

Wanda Marasco è stata inoltre finalista al Premio Strega 2017 con il romanzo La compagnia delle anime finte, sempre edito da Neri Pozza.

Serena Bortone:

Da settembre 2020 conduce Oggi è un altro giorno su Rai 1.

Nel 2017 a settembre, fino a giugno 2020, Serena Bortone è stata guida e volto di Agorà (Rai 3) programma che ha creato nel 2010 con Andrea Vianello e di cui ha condotto anche tre edizioni estive.

È stata inviata di Mi manda Lubrano e Telecamere, autrice unica dello speciale di Rai 3 Dodicesimo presidente dedicato all’elezione di  Sergio Mattarella nel gennaio 2015, ha ideato e condotto due reportage che raccontano la contemporaneità attraverso le relazioni, dal titolo Tutti salvi per amore, in onda in seconda serata su Rai 3 (2016).

Nel 2010 ha scritto insieme a Mariano Cirino il reportage Io non lavoro – storie di italiani improduttivi e felici, pubblicato da Neri Pozza Editore e giunto alla terza ristampa.

Inoltre nel 2019 ha vinto il Premio Sulmona e il Premio Castellano per Agorà.

Nata e cresciuta a Roma, è giornalista Rai con ruolo di caporedattore.