Home Economia Economia Genova

Blackrock, il big dei fondi trasformerà Carige e Genova?

0
CONDIVIDI
Banca Carige sede centrale

«Blackrock ha intenzione di assicurarsi soltanto il buono rimasto di Banca Carige, puntando a far pesare sui lavoratori i costi di un rilancio che prevede un deciso calo del rapporto costi/ricavi». Queste sono le ultime dichiarazioni dei sindacati e l’opinione di molti dipendenti e quadri intermedi.

Le associazioni sindacali dovrebbero chiedersi: dopo la vicenda che ha danneggiato Carige, non c’è una banca italiana che vuole comprare la banca ligure? Perché l’unica offerta, di cui si parla da settimane, è quella del fondo internazionale Blackrock?

Chiaramente con tagli drastici, può esserci l’incremento del Roe (è il risultato economico dell’impresa) della banca ma aumento dei rischi sulla valorizzare del wealth management (gestione patrimoniale) ma, questo gruppo americano, sa che le banche europee ed in particolare quelle italiane (compreso in parte Carige), sono le più “redditizie” perché hanno un Roe medio del 7,7% a differenza di quello medio europeo che è del 6,9%, a fronte di un rapporto costi/ricavi del 63,4% quello europeo è 65,6% .

Mediobanca a fine 2018 ha dichiarato un Roe di oltre il 9,2%, con un rapporto costi/ricavi del 46,6% mentre per Banca Carige, compressa da un’esposizione a crediti deteriorati, a fine 2018 era pari al 22% dei crediti totali e che il piano dei commissari vorrebbe riportare al 6% -7% contro il 4,6% di Mediobanca, che mediante MBCredit Solutions i crediti deteriorati altrui li compra per lucrare sulla differenza tra il prezzo di acquisto e il ricavato effettivo. Il problema di Banca Carige è anche legato ai costi vicini al 94%.

I commissari puntavano a ridurre questo indice al 60% entro il 2023, a quel punto sarebbe allineato ai livelli medi del settore italiano, ma ancora distante da quelli di Mediobanca. Con questi parametri Mediobanca è il modello di riferimento ideale per Blackrock, pronta, a detto dei sindacati, a tagliare la rete commerciale e purtroppo con la chiusura di circa metà delle filiali attuali e fino a 2 mila esuberi e passare a ditte esterne una gran parte delle attività.

Siamo vicini alla fine del “vecchio” modo di fare banca, come quello della Banca Carige e la definitiva affermazione della ricetta già elaborata da alcuni anni da Mediobanca. Diversamente perché non sarebbe rimasto in gara solo Blackrock per rilevare quanto resta di buono in Banca Carige.ABov