Home Cronaca Cronaca Genova

Al via quarta dose di vaccino per over 80 e over 60 con elevata fragilità

0
CONDIVIDI
Covid, da lunedì via la somministrazione dei nuovi vaccini
Il centro vaccinale a Genova in via Cesarea

Ieri partite le prenotazioni in Liguria. Oggi le vaccinazioni

Dalle ore 12.00 di ieri, martedì 19 aprile, in Liguria, sono state aperte sui consueti canali (prenotovaccino.regione.liguria.it; sportelli Cup di Asl/Aziende ospedaliere; farmacie con servizio Cup; numero verde 800 938 818) le prenotazioni per la quarta dose di vaccino anti Covid, il secondo booster, per le persone con più di 80 anni e le persone con più di 60 anni con elevata fragilità, come da indicazioni del ministero della Salute.

Le somministrazioni partiranno da oggi mercoledì 20 aprile.

Modalità della quarta dose per gli immunocompromessi

Dal 1° marzo 2022 gli immunocompromessi over 12, che hanno completato il ciclo con tre dosi, possono ricevere la quarta dose del vaccino anti Covid. La quarta dose può essere somministrata dopo un intervallo minimo di almeno quattro mesi (120 giorni) dalla terza dose.

Le categorie che rientrano negli immunocompromessi sono i soggetti sottoposti a trapianto di organo solido o con marcata compromissione della risposta immunitaria per cause legate alla patologia di base o a trattamenti farmacologici e che abbiano già completato il ciclo vaccinale primario, mostrano un significativo beneficio, in termini di risposta immunitaria, a seguito della somministrazione di una dose aggiuntiva di vaccino.

In particolare sono incluse le seguenti condizioni (che potranno essere aggiornate sulla base di evidenze disponibili):

  • trapianto di organo solido in terapia immunosoppressiva
  • trapianto di cellule staminali ematopoietiche (entro 2 anni dal trapianto o in terapia immunosoppressiva per malattia del trapianto contro l’ospite cronica)
  • attesa di trapianto d’organo
  • terapie a base di cellule T esprimenti un Recettore Chimerico Antigenico (cellule CART)
  • patologia oncologica o onco-ematologica in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure;
  • immunodeficienze primitive (es. sindrome di DiGeorge, sindrome di Wiskott-Aldrich, immunodeficienza comune variabile etc.)
  • immunodeficienze secondarie a trattamento farmacologico (es: terapia corticosteroidea ad alto dosaggio protratta nel tempo,
  • farmaci immunosoppressori, farmaci biologici con rilevante impatto sulla funzionalità del sistema immunitario etc.)
    dialisi e insufficienza renale cronica grave
  • pregressa splenectomia
  • sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) con conta dei linfociti T CD4+ < 200cellule/µl o sulla base di giudizio clinico

I dati della vaccinazione anti Covid in Liguria