Home Cultura Cultura Genova

A Orientamenti 2019 eccellenze scolastiche da tutta Italia

0
CONDIVIDI

Orientamenti cresce e diventa, sempre di più, un punto di riferimento per tutto il mondo della scuola del nostro paese. Grazie al MIUR, è una grande opportunità per le scuole italiane presenti con un’istituzione scolastica in arrivo da ogni regione. Ci saranno seminari e work shop caratterizzati dal coinvolgimento dei presidenti dei seguenti Ordini Professionali: i periti industriali con il presidente Claudio Guasco, i geometri con il presidente Maurizio Savoncelli, i periti agrari con il presidente Mario Braga e gli agrotecnici con il presidente Roberto Orlandi. Al centro dell’attenzione, la tutela dell’ambiente (con attenzione anche alla stretta attualità rappresentata dal plastic free), un valore prezioso in corrispondenza delle tante opportunità di lavoro, spesso e volentieri professioni autonome, a esso connesse.
La lente di ingrandimento del MIUR andrà anche sulle professioni del cinema, musicali e sanitarie con testimonianze di prim’ordine sulle innovazioni tecnologiche per la salute. “Il Saper fare non è solo conoscenza, la cultura deve esplicarsi anche nel fare – afferma Edvige Mastantuono, dirigente dell’Ufficio I della Direzione Generale per lo Studente –  I nostri studenti devono esser messi in condizione di affrontare non solo lavoro subordinato ma anche imprenditoriale. Occorre far comprendere loro che si può diventare imprenditori di sé stessi”.
Al Porto Antico di Genova, dal 12 al 14 novembre, una occasione irripetibile per conoscere il lavoro e i risultati di una scuola ricca di docenti preparati e motivati e di studenti brillanti e talentuosi che il mondo intero ci invidia. Il Salone sarà anche l’occasione per ospitare le 20 scuole alla Notte dei Talenti e conoscere, dalla viva voce dei vari protagonisti, le esperienze formative e didattiche delle “best 20” d’Italia.

Un’importante conferma riguarda OM-Sailor, “la nave dell’orientamento ai mestieri e alle professioni del mare”. Per la settima volta, infatti, sarà presente all’interno del programma di Orientamenti  grazie alla volontà di Regione Liguria, GNV, Guardia Costiera, Costa Crociere, MSC, Università di Genova, Ufficio Scolastico Regionale della Liguria, Istituto Nautico San Giorgio con il coordinamento di Aliseo.

L’esperienza di Sailor nasce nel 2013 su iniziativa di Agenzia Liguria Lavoro (Ente Strumentale di Regione Liguria) ed è condivisa con gli operatori del settore e le istituzioni formative della nautica e della logistica. Proprio il coinvolgimento delle imprese consentirà di poter presentare nuove modalità di alternanza scuola lavoro legate al mondo del mare.

OM-Sailor si terrà dal 26 al 29 ottobre 2019 in navigazione sulla tratta di GNV Genova-Palermo-Genova. Questo progetto si presenta come attività innovativa in grado di fornire competenze trasversali. A bordo della nave, gli studenti partecipano a veri e propri laboratori imparando attraverso la metodologia “learning by doing”.

L’attività si svolgerà durante tutta la navigazione e nella sosta nei porti. Verrà realizzato uno specifico spazio organizzato come punto informativo inerente tutte le professioni del mare con la presenza di operatori che illustrano le professioni ed i relativi percorsi formativi e di impiego. Ci saranno colloqui individuali o di gruppo con gli orientatori e verranno visionati filmati inerenti le attività lavorative in mare.  Verranno realizzati laboratori (con prove ed esercitazioni teorico/pratiche) nei settori coperta-macchina-alberghiero (cucina, sala/bar) e turistico con presentazione dei mestieri e delle professioni di riferimento, con la partecipazione di testimonial. Nel Porto di Palermo, nel giorno di sosta, si terrà anche un’esercitazione di “abbandono nave”   in cui tutti gli studenti e lo staff parteciperanno all’attività mettendo in luce l’importanza della sicurezza. Verrà inoltre potenziata l’attività di formazione degli insegnanti,  coinvolti in momenti di confronto con gli esperti del mondo del mare ed il personale di bordo. Gli studenti nel loro percorso formativo-orientativo saranno accompagnati da Tutor coetanei, attuando così anche un percorso di “peer-education”. Per informazione è possibile contattare Mina Cantatore (ALISEO) allo 010/249143 oppure scrivere a filomena.cantatore@aliseo.liguria.it.

Inoltre Orientamenti  è, sempre più,  “salone itinerante”. Oltre 40 iniziative promozionali tra febbraio e ottobre in tutta Italia e… non solo! Dal 29 maggio al 2 giugno, Orientamenti è approdata anche a Montevideo in occasione dei Mondiali della First Lego League grazie alla squadra genovese campione d’italia e unica rappresentante del nostro paese in Uruguay. E’ stata la prima delle due tappe internazionali, la seconda sarà, nell’ultima settimana di agosto, in occasione del Silicon Valley Study Tour organizzato dall’Associazione “La storia nel futuro” in collaborazione con SVIEC. Il tour di studio americano, a cui parteciperanno 11 giovani selezionati per la Liguria, è dedicato allo sviluppo di competenze di eccellenza in varie direzioni:  dalla ricerca di eccellenza dell’IIT alla grande industria tecnologica, passando per le nuove star up e alle PMI.
In Uruguay, è andata in scena l’entusiasmante avventura della squadra genovese “CiccioBot” guidata dal professor Rodolfo Zunino che parla di “esperienza di grande valore e spessore non solo dal punto di vista agonistico ma anche umano e formativo”.
Nella gara di robotica, con la partecipazione di 66 team, i CiccioBot hanno ottenuto un lusinghiero nono posto. Nella gara Alliance, con due squadre di diversa nazionalità chiamate a unire le forze, i CiccioBot hanno raggiunto la finale assieme a un un meraviglioso gruppo di uruguaiani.
“E’ un risultato che ci appaga e ci rende fieri dei nostri ragazzi – prosegue Zunino – Abbiamo allestito uno stand che abbiamo chiamato “Casa Italia” e la nostra italianità, unitamente al senso di appartenenza alla nostra Liguria con il brand del salone Orientamenti sulle nostre magliette sono state molto apprezzate da tutti in particolare dai liguri “oriundi” del rio della plata”.
Non sono però questi gli unici successi di questa esperienza. La reale vittoria? Vedere ragazzi dai 9 ai 16 anni, provenienti da 30 paesi del mondo, giocare, interagire in inglese o spagnolo, scambiarsi informazioni sui vari progetti scientifici presentati e sui software dei robot in gara, tutti programmati da questi speciali giovani.
“Nel nostro caso, oltre a tutto ciò, i CiccioBot hanno potuto vivere l’emozione di essere ricevuti dall’Ambasciatore Italiano in Uruguay, Dott. Gianni Piccato, e dal suo Primo Segretario, Dott. Alessandro Costa – continua il professor Zunino – A questo si è aggiunto il grande onore di essere poi invitati dall’Ambasciatore al cocktail di gala per la Festa della Repubblica Italiana: i CiccioBot sono stati citati nel discorso dell’Autorità e la foto ufficiale è stata pubblicata sul sito della Ambasciata stessa”.
Un valore aggiunto è rappresentato, nell’ultima giornata della manifestazione, dalla presenza del Primo Segretario Costa. “Tifava come un vero CiccioBot, con tanto di maglietta della nostra squadra e di OM” racconta ancora Zunino.