Home Spettacolo Spettacolo Genova

TIR, la bellezza e l’arte mettono le ruote, dal 7 agosto al 5 settembre

0
CONDIVIDI
Allestimenti di T.I.R. in piazza della Vittoria

Si è tenuta stamane nella suggestiva cornice di Piazza della Vittoria la conferenza stampa per la presentazione di TIR- Teatro in rivoluzione, progetto ideato da Davide Livermore e promosso dal Teatro Nazionale di Genova in partnership con Regione Liguria, Comune di Genova e IREN e in collaborazione con il Teatro Carlo Felice.

«Straordinaria idea di divulgazione dell’arte.  Un modo per avvicinare le persone al mondo dello spettacolo, a forme artistiche che, uscendo dal teatro/edificio, possano coinvolgere nuove fette di pubblico», è quanto afferma il Sindaco di Genova Marco Bucci. Al quale fa eco l’Assessore del Comune Grosso, sottolineando l’importanza di interessare nuovi segmenti di spettatori, mentre l’Assessore della Regione Cavo accentua  l’importanza di portare un servizio culturale in tutto il territorio regionale.

Già il famoso critico Silvio D’Amico sosteneva che il teatro poteva definirsi la comunione d’un pubblico con uno spettacolo vivente. Il Teatro si rivolge per sua natura ad una collettività. Non si ride da soli, per ridere bisogna essere in più. Ma anche il pianto, la commozione, a teatro sono di natura collettiva.

Perciò a teatro difficilmente si va da soli: se succede è facile che si cerchi, si solleciti  la complicità, il parere del vicino di poltrona.

«Dalla Barraca di Garcìa Lorca al Carro di Tespi, lo spettacolo su ruote, il teatro itinerante, esiste da sempre. In questa fase della nostra storia e vita, è fondamentale che un teatro pubblico vada incontro alla gente, restituendogli la cultura e la bellezza, di cui tanto abbiamo sentito la mancanza durante il lockdown”, dichiara il direttore del Teatro Nazionale di Genova Davide Livermore.

Il camion/ teatro da chiuso è lungo 9,25 mt. e largo 2,35 mt. Si apre grazie a un complesso sistema idraulico, che sviluppa un palcoscenico di tutto rispetto, largo 15 metri, profondo 8,5 mt. e altrettanto alto, capace di accogliere meccanismi scenici complessi.

Gli spettacoli iniziano tutti alle ore 21, sono a ingresso gratuito (a eccezione della serata di Savona che viene presentata all’interno del cartellone dell’opera Giocosa) e si svolgeranno nel rispetto delle normative anti-Covid. Anche per questo motivo si chiede al pubblico di prenotare i propri posti in anticipo tramite il sito teatronazionalegenova.it

Gli spettacoli del TIR in breve e le loro date.

Il programma sarà inaugurato da Bastiano e Bastiana, opera cantata e recitata, comica e popolare, scritta da un Mozart adolescente. Tra mari in tempesta, fulmini, capriole, gag, il regista Davide Livermore, che riprende la produzione originale “Bastià i Bastiana” realizzata a Valencia per il Palau de les Arts Reina Sofia (da lui diretto dal 2015 al 2017), ci restituisce una festa giocosa, perfetta per stare insieme nelle serate estive. Completamente tradotta in italiano, interpretata da tre cantanti – il tenore Valentino Buzza, la soprano Giorgia Rotolo e il baritono Jorge Eleazar Alvarez Mora – e quattro attori – Simone Barbato, Cristiano Dessì, Sergio Gil e Valentina Virando – accompagnati dal Quintetto d’archi del Teatro Carlo Felice e dal clavicembalo di Aïda Bousselma, a cui è affidata anche la direzione musicale, Bastiano e Bastiana  è una coproduzione del Teatro Nazionale di Genova con la Fondazione Teatro Carlo Felice.

Sarà rappresentata a Genova in Piazza della Vittoria il 7, 8 e 15 agosto, a Savona il 12 agosto, a Cornigliano a Villa Bombrini il 19 e 21 agosto, a Pra’ il 26 agosto, a Santo Stefano Magra il 1 settembre, il 3 settembre in un Comune ligure ancora in fase di definizione e a Busalla il 5 settembre.

Domenica 9 agosto in Piazza della Vittoria Paolo Rossi, accompagnato da una band scatenata, sale sul TIR con Pane o libertà. Su la testa, un mix di commedia greca, stand up comedy e commedia dell’arte, ideato dal popolare attore “per innalzare le difese immunitarie degli spettatori”.

Nella stessa location il 16 agosto Elisabetta Pozzi, accompagnata dalle musiche di Daniele D’Angelo, interpreta il monologo di Ghiannis Ritsos Elena, offrendoci un ritratto inaspettato della donna che scatenò la guerra di Troia.

Laura Marinoni è invece la protagonista de La Gilda, che lei stessa ha adattato da “La Gilda di Mac Mahon” di Giovanni Testori, storia di una donna appassionata, innocente e colpevole al tempo stesso, che brucia la sua vita nei bassifondi di una Milano anni Cinquanta. Alessandro Nidi al pianoforte dà nuova luce a brani di cantautori come Enzo Jannacci o Leo Ferré. Sul TIR il 20 agosto a Villa Bombrini e il 27 agosto alla Fascia di Rispetto di Pra’.

È dedicato a una delle più celebri figure della musica americana A Woman Left Lonely – Omaggio a Janis Joplin. Maria Grazia Solano, accompagnata dal gruppo musical Supershock, alterna canzoni dal vivo a intensi monologhi, rievocando l’ultimo concerto della leggendaria cantante scomparsa a soli 27 anni. A Villa Bombrini il 23 agosto.

Scritta a quattro mani da Franca Rame e Dario Fo nel 1977, l’irresistibile e caustica commedia Tutta casa, letto e chiesa ha contribuito a spazzare via, in piena epoca di rivendicazioni femministe, l’immagine remissiva e sottomessa della donna. Oggi Valentina Lodovini, volto noto del cinema e della tv, ne ha fatto un personale cavallo di battaglia e la ripropone sul TIR il 28 agosto alla Fascia di Rispetto di Pra’.

Grazie a un ideale passaggio di testimone tra due signore della scena e della comicità, anche Lella Costa interpreta un testo sul ruolo della donna, portando in scena La vedova Socrate di Franca Valeri, in cui Santippe, passata alla storia come una donna insopportabile, può finalmente raccontare la verità sulla vita trascorsa insieme al celebre filosofo e al suo amico Platone, e anzi scrivere lei stessa un Dialogo, rivolgendosi proprio alle donne. Sul TIR il 29 agosto alla Fascia di Rispetto di Pra’.

Completa il programma del TIR Homo Ridens Medley, due serate di immersione nella letteratura comica, tra reading e musica, a cura di Giorgio Gallione: il 22 agosto Paolo Li Volsi, Alessandro Pizzuto e il BetteDavis Duo (ovvero Elisabetta Mazzullo e Davide Lorino) a Villa Bombrini presentano brani dai libri di Carla Signoris e Marco Presta; seconda puntata il 30 agosto alla Fascia di Rispetto di Pra’ in compagnia di Giua, Lisa Galantini, Paolo Li Volsi e Alessandro Pizzuto, su testi di Carla Signoris e della blogger Enrica Tesio.

Per ulteriori informazioni sugli spettacoli e le tappe del TIR – e naturalmente per le prenotazioni – consultare il sito www.teatronazionalegenova.it

Sarà possibile seguire il TIR anche tramite i social del Teatro Nazionale di Genova e giocare su Instagram con il filtro Il teatro in testa.

Elisa Prato