Home Consumatori Consumatori Imperia

Superenalotto, sfiorato il Jackpot a Taggia, ma vinti 74mila euro

0
CONDIVIDI
Ancora una volta in Liguria sfiorato il jackpot al Superenalotto

Il colpaccio del Jackpot è stato sfiorato a Taggia dove sono stati, però, vinti 74mila euro.

Il Jackpot del SuperEnalotto sale ancora, adesso supera i 100 milioni di euro, nel concorso di sabato 2 febbraio un giocatore di Taggia è andato vicinissimo al colpo grosso, centrando un 5 che gli regala 74mila euro.

La schedina vincente è stata convalidata al Bar Arma in via Cristoforo Colombo 179. Il Jackpot attuale è il sesto nella storia del gioco e secondo più alto in Europa.

L’ultima sestina vincente è stata realizzata il 23 giugno dello scorso anno, con un sistema che ha distribuito 51,3 milioni di euro in tutta Italia, mentre in Liguria il 6 non è mai stato centrato.

Ora il Jackpot vola sopra i 100 milioni di euro. In oltre 20 anni e con 120 premi di prima categoria assegnati, sono solo sei le sestine vincenti che possono vantarsi di aver superato questa soglia.

L’attuale Jackpot da 100,8 milioni di euro è già di diritto nella “Hit Parade” delle vincite più alte. Il premio in palio, riporta ha scalzato dal sesto posto i 100 milioni vinti a Catania nell’ottobre del 2008, adesso nel mirino ci sono i 130 milioni vinti a Caltanissetta ad aprile dello scorso anno.

Si sale a quota 139 milioni per il premio diviso fra Parma e Pistoia nel 2010, più in alto i 148 milioni per la combinazione vincente che nell’estate del 2009 venne centrata a Bagnone (in provincia di Massa), dopo una caccia che divenne anche un caso mediatico e di costume.

Più recente il colpo da 163 milioni (a cui si aggiungono 2 milioni del 6 Stella) centrato a Vibo Valentia a ottobre del 2016, che detiene altri due record: è il Jackpot che ha resistito di più, 200 concorsi a vuoto, ed è anche la vincita più alta realizzata con una schedina singola.

In cima alla classifica ci sono i 178 milioni vinti a ottobre del 2010, grazie a un mega sistema che però divise la vincita in 70 quote distribuite in tutta Italia.

L’ultima data di avvistamento della sestina esatta è il 23 giugno dello scorso anno, con 51,3 milioni distribuiti in tutta Italia grazie a un sistema da 45 quote: l’appuntamento viene rimandato da sette mesi, ma ogni volta potrebbe essere quella buona.