Home Sport Sport La Spezia

Spezia, Angelozzi fa il punto della società: siamo in continua crescita

0
CONDIVIDI
Spezia Calcio

Alla ripresa dei lavori in vista della sfida con il Padova, è il direttore generale Guido Angelozzi a presentarsi nella sala “Capellazzi” dell’Intels Training Center “Bruno Ferdeghini” per fare il punto della situazione in casa Spezia Calcio: “Sono qui perchè voglio ribadire la grande serenità del Club, il nostro percorso di crescita sta proseguendo correttamente, anche le sconfitte ne fanno parte e nell’arco di una stagione certi momenti di calo possono capitare.

Qui c’è una grande società, alla squadra non manca assolutamente nulla, quindi non dobbiamo pensare che vi siano risvolti psicologici rispetto a questioni extracampo; dispiace che al momento il Presidente e l’AD non possano svolgere il loro ruolo, ma siamo forti e andiamo avanti.

Gli infortuni arrivati in questo momento sono un dato di fatto, abbiamo avuto difficoltà in difesa e sabato avremo quattro esterni out, ma non dobbiamo nasconderci dietro le assenze; in questo momento siamo meno brillanti rispetto ad un mese fa, ma la squadra è forte e già da sabato sono convinto che torneremo a percorrere la strada giusta.

Complimenti alla squadra per lo spirito di sacrificio dimostrato anche nei momenti più difficili, penso a Crivello che da centrale ha fatto ottime gare, pur essendo un terzino; ovviamente possono capitare prestazioni negative come quella di Pescara, ma ripeto, fa parte della crescita di questo gruppo.

Vivo molto la città, quindi sento tutte le voci, ma io preferisco non discutere i singoli, ma parlare sempre della resa della rosa, perchè il calcio è un gioco di squadra. Galabinov? E’ un calciatore che storicamente è sempre andato in doppia cifra. Quest’anno gli manca qualche gol, è vero, ma chi ha giocato al suo posto o vicino a lui magari ha fatto più gol, penso ad Okereke. Io rifarei tutte le scelte fatte in estate, ho grande fiducia di Lamanna e Galabinov, così come del resto del gruppo, altrimenti a gennaio avrei fatto altre operazioni appoggiato dalla Proprietà, ma per me non c’era bisogno di intervenire più di quanto fatto.

Il nostro obiettivo era riportare la gente allo stadio, facendo divertire i nostri tifosi, sicuramente da sabato in poi inizieremo a giocare per provare ad entrare nei playoff, traguardo per cui questa squadra ha tutte le carte in regola; ai playoff tutto può succedere, ma prima di tutto dobbiamo raggiungerli.

Okereke? C’è massima tranquillità. Ad inizio anno facciamo sempre una verifica riguardante tutti i tesseramenti e non ci sono veramente problemi riguardanti David. Ovviamente ora penseranno i legali a rispondere al ricorso, ma ripeto, siamo tranquilli.
Noi come Spezia abbiamo rispetto di tutti quanti, sarebbe bello che anche gli altri si comportassero allo stesso modo, ma evidentemente il mondo non va così e bisogna prenderne atto. Io sono orgoglioso di far parte di una società che in 10 anni non ha accumulato debiti, un esempio per tutto il panorama calcistico italiano. La chiamata in nazionale di Okereke? Onestamente spero non arrivi, perchè in questo momento serve a noi, poi ovviamente si vedrà.

Il rinnovo del mister? Reciproca stima ed entrambe le parti sono contente del percorso svolto fino ad oggi, quando sarà il momento ci metteremo a tavolino e penseremo alla prossima stagione.

In bocca al lupo a Mastinu, gli ho detto di stare tranquillo e gli ho confermato la massima stima e disponibilità da parte del Club”.