Home Consumatori Consumatori Savona

Servizi digitali del Comune di Alassio

0
CONDIVIDI
Servizi digitali del Comune di Alassio
Invernizzi e l'ufficio informatica

Servizi digitali del Comune di Alassio. In crescita l’offerta al cittadino sui servizi tecnologici. Innovazione e miglioramento.

Servizi digitali del Comune di Alassio. Dallo SPID al voucher per accedere alla rete wifi comunale dedicata al pubblico.

Invernizzi: l’Amministrazione Melgrati Ter pone molta attenzione al connubio tra innovazione tecnologica e miglioramento dei servizi al cittadino​

“Credo che la pandemia abbia messo in luce l’importanza dei servizi digitali e Il Comune di Alassio mantiene costante l’attenzione al cittadino ed ai servizi ad esso rivolti”.

Rocco Invernizzi, Assessore all’Informatica dell’amministrazione Melgrati Ter fa il punto sullo sviluppo della digitalizzazione portata avanti dall’ente e sensibilmente incentivata proprio a seguito dell’emergenza sanitaria.

“In particolare è stato recentemente completato il processo tecnologico che consente agli utenti di accedere ai servizi on line del Comune.

Questo sia con credenziali SPID,(il vecchio accesso con le classiche ID Utente e Password non è più consentito dal 28 febbraio di quest’anno), sia tramite la Carta di Identità Elettronica”.

“Parallelamente – prosegue – è stato attivato il servizio di accesso ad Internet gratuito in modalità WiFi presso il palazzo comunale.

Gli utenti, i fornitori di servizi e qualunque soggetto che avesse necessità di accedere alla rete contestualmente al proprio accesso al Comune potrà richiedere all’Ufficio Relazioni con il Pubblico un voucher.

Il voucher ha un codice monouso per l’utilizzo della rete WiFi comunale dedicata al pubblico.

“L’Amministrazione comunale – conclude Invernizzi – pone molta attenzione al connubio tra innovazione tecnologica e miglioramento dei servizi al cittadino.

Oltre a queste novità sono, infatti, in programma ulteriori ampliamenti dei servizi.

Tra questi la realizzazione di uno sportello web polifunzionale ed il servizio gratuito di riconoscimento de visu per gli utenti che desiderano ottenere le credenziali SPID di secondo livello.”