Home Cultura Cultura Genova

Santa Margherita: I Vinelli dal Tigullio al Rio de la Plata

0
CONDIVIDI
Fortunato Vinelli primo vescovo di Chiavari

Sabato 2 febbraio, ore 16.30 a Spazio Aperto di Via dell’Arco, Santa Margherita Ligure. Incontro e convegno sulla famiglia vissuta tra Santa Margherita e Chiavari: “I Vinelli, dal Tigullio al Rio de la Plata”. Luigi Vinelli, avvocato e storico ha approfondito con curiosità e competenza le traversie della famiglia e ricostruisce a Spazio Aperto le complesse vicende del casato.

Un nome, quello dei Vinelli, che ha radici antiche: è certo che faceva parte, subito dopo all’ anno Mille, della nobiltà feudale della Riviera di Levante. Dicembre 1892: papa Leone XIII erige Chiavari a diocesi e occorre nominare il suo primo vescovo. La scelta cade subito sul sammargheritese Fortunato Vinelli, ma per la nomina ufficiale occorre attendere l’exequatur, la ratifica del governo liberale, anticlericale.

Solo il 19 marzo 1896 la Giunta municipale di Santa Margherita Ligure può spedirgli un telegramma «plaudendo all’atto sovrano che costituisce l’Eccellenza Vostra, qual primo Vescovo, nel pieno possesso della nuova Diocesi Chiavarese, interprete dei sentimenti del paese che si onora di annoverarla tra i suoi figli, porge all’Eccellenza Vostra vive felicitazioni, auguri ed ossequi».

Seguendo infine chi emigrò nelle lontane Americhe e vi fece fortuna, ma non dimenticò la città natale: era il 1889 quando Gregorio e Giambattista Vinelli parteciparono alla riunione dei sammargheritesi che a Buenos Aires costituirono la Società Istruttiva Margheritese Ligure Cristoforo Colombo, che avrebbe finanziato numerose opere pubbliche e iniziative benefiche.

Senza dimenticare chi, nel 1875, si recò a Milano per acquistare strumenti e divise per la neonata Società Filarmonica di Santa Margherita: un omonimo del vescovo, Fortunato Vinelli. L’incontro ha il patrocinio del Comune di Santa Margherita. Appuntamento sabato 2 febbraio alle ore 16.30, in via dell’Arco 38 a Santa Margherita Ligure. ABov

L’ingresso, come per tutte le iniziative dell’Associazione “Spazio Aperto”, è libero e gratuito. Per informazioni più approfondite scrivere  a  spazioaperto.sml@alice.it – 0185 696475