Home Consumatori Consumatori Genova

Ridurre l’impatto ambientale e l’inquinamento delle acque

0
CONDIVIDI
Ridurre l’impatto ambientale e l’inquinamento delle acque

Sestri Levante, consegnati i contenitori per la raccolta di olii esausti di OLI-ndo nelle scuole, il progetto di educazione ambientale avviato da Comune e Istituto Comprensivo

Ridurre l’impatto sull’ambiente prevenendo l’inquinamento delle nostre acque. È questo uno degli obiettivi del progetto “OLI-ndo nelle scuole”, che partendo da oggi porta in ogni scuola del territorio un contenitore a disposizione di adulti e bambini per il conferimento degli olii vegetali esausti. Il primo contenitore è approdato questa mattina in via Lombardia, durante una piccola cerimonia a cui hanno preso parte anche la sindaca di Sestri Levante Valentina Ghio, l’assessore all’Ambiente del Comune Mauro Battilana, la dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo Donatella Arena e alcune maestre. La consegna è stata effettuata da Marco Casella, rappresentante della ditta Eco-Rec srl di Pisa, incaricata della raccolta, del trasporto e dello smaltimento degli olii esausti.

Il progetto, discusso e accolto a novembre dello scorso anno dal Consiglio di istituto dell’Istituto Comprensivo della città presieduto dalla dirigente scolastica Donatella Arena, prevede la raccolta delle bottiglie con l’olio esausto negli appositi contenitori con capienza massima di 250 litri, collocati in prossimità degli edifici scolastici di Sestri Levante: via Lombardia, piazza della Repubblica, via Val di Canepa, S. Bartolomeo e via Palermo.

Per garantirne lo smaltimento, il Comune di Sestri Levante ha firmato una Convenzione di durata biennale in vigore fino al 31 dicembre 2021 e prorogabile di un anno con la ditta Eco-Rec srl di Montescudaio, in provincia di Pisa: per ogni 1000 chili di olio vegetale raccolto, l’azienda si impegna a corrispondere alle scuole un rimborso pari a 70 euro in beni di cancelleria.

Nei nuovi contenitori, potranno essere conferiti quindi gli olii utilizzati per la cottura, gli olii scaduti o avanzi di olii di conserve o di barattoli. Gli olii vegetali esausti sono rifiuti che non devono essere smaltiti in nessuna occasione attraverso gli scarichi fognari perché porterebbero gravi conseguenze ambientali, quali l’inquinamento dei nostri mari e dei nostri fiumi. Grazie al progetto “OLI-ndo” si potranno conferire nei nuovi contenitori gli olii esausti, adeguatamente raccolti in bottiglie di plastica chiuse, in modo da avere una raccolta pulita e senza pericolo di eventuali sversamenti.

“Educare i nostri ragazzi al rispetto dell’ambiente e della città in cui vivono è sempre stata una nostra priorità – commenta la Sindaca di Sestri Levante, Valentina Ghio -. Sottovalutare l’impatto che le nostre azioni quotidiane, per quanto piccole, possano avere sul nostro territorio è un rischio che dobbiamo imparare a riconoscere e debellare, per lasciare in eredità ai nostri figli una città a misura d’uomo. Grazie a questo progetto e alla Convenzione, l’Amministrazione sottolinea il proprio impegno in questa direzione, con una particolare attenzione al potenziamento della filiera della raccolta differenziata”.