Home Cronaca Cronaca Genova

Ricicla schede telefoniche di ignari cittadini, chiuso negozio a Canneto il Curto

0
CONDIVIDI
Sim telefoniche (foto di repertorio)

Ieri il questore di Genova Sergio Bracco ha notificato il provvedimento di “sospensione dell’attività per 15 giorni” al titolare di un negozio di via Canneto il Curto, gestito da un cittadino di 35 anni originario del Bangladesh.

Secondo quanto riferito dagli investigatori, il provvedimento nasce da un’operazione della Squadra Mobile su un riciclaggio di schede telefoniche, che ha portato anche al sequestro di un panetto di hashish.

Lo straniero, infatti, da tempo era sospettato di riciclare sim “pulite” di ignari cittadini che poi venivano utilizzate in attività illecite.

Nei giorni scorsi è stato quindi sorpreso dai poliziotti mentre ne vendeva due ad altrettanti algerini, pregiudicati per reati legati allo spaccio di droga.

I 20enni nordafricani, privi del permesso di soggiorno e mai rimpatriati, hanno tentato di fuggire e di disfarsi del panetto di hashish. Tuttavia, gli agenti sono riusciti a bloccarli e a recuperare la droga.

Il 35enne del Bangladesh è stato denunciato per riciclaggio delle sim. Mentre gli algerini sono stati denunciati per ricettazione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.