Home Cultura Cultura Genova

Recco, quel che si impara in Africa. La salute come bene comune

0
CONDIVIDI
“Quello che possiamo imparare in Africa. La salute come bene comune”

Recco: “Quello che possiamo imparare in Africa. La salute come bene comune”. 

“Quello che possiamo imparare in Africa. La salute come bene comune”. Giovedì 19 maggio alle ore 21, presso la Sala Polivalente, via Ippolito d’Aste Recco ospiterà la presentazione del libro di don Dante Carraro. L’autore, direttore di Medici con l’Africa Cuamm, dialogherà con Giancarlo Morali, medico in Kenya con il Cuamm nel 1972 che, tornato dall’Africa, ha operato sul territorio di Recco e nell’ospedale di Recco da metà anni 70. L’incontro sarà moderato da Maurizio Garreffa, giornalista di Telepace.

La presentazione del libro si avvale del patrocinio dell’Assessorato alla Cultura della Città di Recco. «Queste iniziative ci permettono di trovare, come scrive l’autore nel libro, strade nuove per dare valore a quanto ci sembrava perduto». Commentano il sindaco Carlo Gandolfo e l’assessore alla cultura Enrico Zanini.

Medici con l’Africa Cuamm è la prima organizzazione italiana che, dal 1950, si spende per la promozione e la tutela della salute delle popolazioni africane per portare cure e servizi anche a chi vive nelle località più povere del mondo.
Il libro di don Dante Carraro è la storia di un ragazzo della provincia veneta, neolaureato in medicina, che comincia a interrogarsi su sé stesso e sceglie di diventare sacerdote e impegnarsi per la cura dei più deboli.

“Quello che possiamo imparare in Africa. La salute come bene comune” scritto insieme a Paolo Di Paolo dove da Kampala, in Uganda, scambia con lui riflessioni e pensieri: è l’ultima tappa di un viaggio tra luoghi, storie, esperienze, domande. ABov