Home Consumatori Consumatori Genova

Recco, Imu: l’amministrazione comunale riduce le aliquote

0
CONDIVIDI
Carlo Gandolfo, sindaco di Recco, Recco Tari, scade il 30 settembre 2021 per avere lo sconto.

Taglio dell’imposta anche per i proprietari di immobili commerciali che applicheranno uno sconto sull’affitto di almeno il 10%

Riduzione delle imposte Imu per i recchesi a partire dal 2021. E’ questo il provvedimento, annunciato dal sindaco Carlo Gandolfo, che sarà sottoposto all’approvazione del prossimo Consiglio comunale del 18 marzo. «Proseguiamo in questo modo nell’impegno che avevamo assunto al momento del nostro insediamento di ridurre, nei limiti dei vincoli di bilancio, la pressione fiscale – commenta il primo cittadino di Recco – .

Interveniamo in tal senso con la riduzione della tassa sugli immobili per aiutare la ripresa economica nella nostra città, duramente provata dalla crisi provocata dal Covid. La nuova misura va ad aggiungersi all’ampio pacchetto di sgravi fiscali già adottati dalla nostra amministrazione».

Nello specifico le modifiche alle aliquote Imu 2021 prevedono: la riduzione dallo 0,76 allo 0,75 per l’abitazione concessa in uso gratuito a parenti in linea retta entro il primo grado; la riduzione dell’aliquota da 1,06% a 0,86% per gli immobili ad uso commerciale appartenenti alle categorie catastali C/1, C/3 e C/5 utilizzati direttamente

dal proprietario per l’esercizio dell’attività o dati in comodato gratuito o dati in locazione con affitto ribassato di almeno il 10%; aliquota ordinaria da 1,06% a 1,05% da applicare per tutti gli altri immobili che non siano l’abitazione principale o fabbricati rurali.  Fermo restando l’esenzione per l’abitazione principale, per gli immobili classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, e per le relative pertinenze, l’aliquota è allo 0,6%. ABov