Home Politica Politica Genova

Rapallo come Wuhan: mascherine obbligatorie quando si esce, anche per fare la spesa

0
CONDIVIDI
Rapallo, controlli Polizia locale (foto repertorio fb - Bagnasco)

Mascherine obbligatorie per tutti quando si esce da casa. Rapallo come Wuhan?

Il Comune del Tigullio è il primo in Liguria ad avere adottato questa ulteriore misura per fronteggiare la diffusione del coronavirus.

Sono previste pesanti sanzioni (400 euro) per i trasgressori.

Oggi pomeriggio il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco (FI) ha comunicato su fb che è stata emanata l’ordinanza 11/2020 con le seguenti disposizioni.

Tosi: pesanti sanzioni, ma mascherine introvabili e Comune Rapallo non le ha distribuite

“Dalle ore 00.00 di sabato 04 aprile 2020 alle ore 24.00 di lunedì 13 aprile 2020:

1) la chiusura dei cimiteri cittadini, fatte salve le operazione cimiteriali di attività necrofora o assimilabile;

2) la chiusura dei parchi e giardini pubblici cittadini;

3) il divieto di accesso e stazionamento di persone nella parte pedonale del Lungomare Vittorio Veneto lato mare, da piazza Pastene a Piazza IV Novembre;

4) il divieto di accesso e stazionamento di persone in via Avenaggi, tratto compreso tra via Sampietro e l’intersezione con la via Aurelia di Levante ad eccezione degli aventi diritto al fine di raggiungere i luoghi di residenza o di domicilio.

5) il divieto di accesso e stazionamento di persone in via Pomaro, via Travello e in lungomare Federico da Pagana ad eccezione degli aventi diritto al fine di raggiungere i luoghi di residenza o di domicilio;

6) il divieto di accesso e stazionamento sulle spiagge cittadine e sulle aree in concessione agli stabilimenti balneari ad eccezione degli aventi diritto;

7) il divieto di accesso e stazionamento su tutti i sentieri pedonali comunali e sulle strade carrabili di accesso agli stessi ad eccezione di coloro che le debbano percorrere per raggiungere la propria residenza o domicilio o per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute;

8) il divieto di spostamento delle persone fisiche dalla loro residenza o abituale domicilio, presso le seconde case, dalle ore 00,00 di sabato 04 aprile 2020 alle ore 24.00 di lunedì 13 aprile 2020;

9) l’accesso, negli orari di apertura, agli esercizi commerciali, uffici pubblici, uffici postali, banche, e in ogni altro luogo chiuso in cui è previsto l’accesso generalizzato di persone, è consentito solo indossando mascherine o altri sistemi di protezione delle bocca e del naso quali sciarpe foulard e simili qualora non sia stato possibile reperirle, in modo da limitare la contaminazione dell’ambiente;

Eventuali precedenti provvedimenti in contrasto con la presente ordinanza sono da ritenersi abrogati”.