Home Cultura

MiBACT, online la serie I Mestieri del Fumetto

0
CONDIVIDI
MiBACT, online la serie I Mestieri del Fumetto

Cultura, MiBACT: da Altan a Zuzu, i professionisti del fumetto si raccontano in sette episodi per la regia di Fulvio Risuleo.

Sul canale YouTube del Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo è online “I Mestieri del Fumetto”, la serie di documentari realizzata in occasione della partecipazione di “Fumetti nei Musei” alla XX edizione della Settimana della lingua italiana nel mondo promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Un progetto che, per il ministro Franceschini: “Promuove il patrimonio culturale e le collezioni dei musei italiani con un linguaggio innovativo a conferma della vitalità e della versatilità della lingua italiana”.

Quattordici interviste in sette episodi per la regia di Fulvio Risuleo, dedicati al confronto tra le diverse professionalità delle strisce disegnate e la lingua italiana.
Il fumetto è il frutto di tante capacità tecniche, da quella del disegnatore a quella dell’illustratore, da quella del colorista a quella dello sceneggiatore, che concorrono tutte insieme a realizzare un prodotto creativo altamente raffinato.
Nelle interviste, condotte dal talento poliedrico di Risuleo che spazia dal cinema al fumetto, autori del calibro di ALTAN, Ratigher, Bacilieri, ZUZU e Lorena Canottiere si confrontano con il proprio mestiere in un serrato “uno-due” tenuto insieme da un tema di volta in volta diverso.

Si parte con il primo episodio, “L’alfabeto dell’infanzia”, dove ALTAN e l’illustratrice Mariachiara Di Giorgio raccontano il proprio rapporto con l’immagine e la ricerca dei linguaggi appropriati al proprio pubblico, dove, come confessa ALTAN, “il bambino fa tutto di me”.
Nel secondo episodio, “La grammatica delle immagini”, l’illustratore Antonio Pronostico e l’editor Luca Baldazzi riflettono sullo spazio bianco che c’è fra una vignetta e l’altra, lasciato all’immaginazione del lettore, e sulla potenza espressiva del disegno.
Il terzo episodio, “La realtà a fumetti”, vede Paolo Bacilieri e Sara Colaone illustrare il rapporto tra immagine, immaginazione e realtà, dove quest’ultima è il solido sostegno al quale è ancorata ogni narrazione, anche la più fantasiosa.
Con il quarto episodio, “Disegnare neologismi”, il fumettista e designer LRNZ e il docente e traduttore Paolo La Marca sviscerano i nuovi linguaggi generati dal fumetto, un potente innovatore dello slang giovanile, e le nuove espressioni coniugate alla semiotica per immagini.
“Sesto senso e nona arte” è il titolo del quinto episodio, in cui il fumettista Ratigher e la fumettista e illustratrice ZUZU indagano il proprio gesto creativo, continuamente innovato all’interno dei singoli percorsi artistici.
Per il sesto episodio, “Scrivere a fumetti”, lo sceneggiatore Marco Taddei e il docente e fumettista GUD ripercorrono la genesi di una storia disegnata, fatta di introspezione e riordino dei materiali raccolti in cui “il disordine è il tuo miglior collaboratore” perché permette di unire punti che non si sarebbe mai immaginato potessero entrare in relazione.
La conclusione della serie, nel settimo episodio “I colori dell’emozione”, vede la fumettista Lorena Canottiere e la colorista Claudia Palescandolo impegnate nel descrivere l’impatto dell’energia cromatica, dell’atmosfera, della gestione delle luci nel successo di una storia.

I sette episodi de “I Mestieri del Fumetto” – la serie realizzata dal MiBACT in collaborazione con Coconino Press Fandango e il supporto di Ales Spa – sono visibili su YouTube qui: