Home Cultura Cultura Genova

L’impressione della luce, la mostra di Monet a Genova

0
CONDIVIDI
Chiusa con successo mostra Monet al Ducale, 120 mila i visitatori
L’impressione della luce, la mostra di Monet a Genova

Sono esposte nello spazio del Munizioniere di Palazzo Ducale a Genova fino al 22 maggio 2022 i capolavori del Musée Marmottan Monet di Parigi, le splendide opere del pittore francese.

Un interessante percorso attraverso le varie fasi che hanno contraddistinto la carriera di uno dei massimi esponenti dell’impressionismo.

La mostra di Monet a Genova presso il Munizioniere

Questo cammino è articolato in ordine cronologico, presenta oltre cinquanta opere, tra cui le celebri Ninfee (1916-1919) e Le rose (1925-1926), un nucleo di opere alle quali Monet era intimamente legato, da lui custodite con grande gelosia nella sua abitazione di Giverny.

Nelle sue tele, contraddistinte da una luce evanescente, Monet ha sempre unito il suo amore per la natura raffigurata in senso artistico, arrivando a percepire il pennello come una propaggine della sua mano.

Nella sua vita in campagna, il pittore accresce sempre più il suo interesse per il giardinaggio, per le aiuole delle sue prime case ad Argenteuil e per i suoi magnifici giardini a Giverny, che diventano un piacere per gli occhi, un luogo rilassante per contemplare la natura e si trasformano così un’inesauribile fonte di ispirazione.

Molto interessante il percorso di cambiamento che influenza tutta l’arte mondiale. Grazie al movimento impressionista, passa dalla pittura degli studi bui illuminati dalle candele, al pieno sole dell’aria aperta, dove l’artista osserva con attenzione la natura. Cercando di coglierne i cambiamenti di luce con il passare del tempo e con il mutare delle condizioni.

Gli impressionisti creano una nuova estetica opposta all’arte accademica, cercando di rappresentare la caducità della luce e i suoi effetti su colori e forme.

La mostra di Monet a Genova

Nelle loro tele sperimentano composizioni insolite, dipingendo solitamente en plein air con tocchi veloci, abbozzando così le immagini che offrono però un potente effetto estetico.

La mostra è promossa e organizzata da Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura e Arthemisia. In collaborazione con il Musée Marmottan Monet di Parigi, a cura di Marianne Mathieu. Roberto Polleri

Gli orari di apertura

Lunedì dalle ore 11-19, da martedì a giovedì, ore 9-19, il venerdì ore 9-21, mentre per il sabato e la domenica l’orario è 10-19.

Biglietti

Prezzo intero 15€, ridotto 13€, altre convenzioni, riduzioni ed informazioni son consultabili sul sito di Palazzo Ducale

Successo per Monet, ritorno in Riviera: mostra prorogata fino al 18 agosto

Claude Monet, ritorno in Riviera chiude con 36.764 visitatori: è successo

A Palazzo Ducale si potranno contemplare le Ninfee di Monet

Fotogallery