Home Cultura Cultura Genova

L’estate 2020 del Teatro Pubblico Ligure

0
CONDIVIDI
L'estate 2020 del Teatro Pubblico Ligure

Teatro Pubblico Ligure torna agli spettacoli dal vivo in Liguria e in Italia.

L’attenzione costante è al territorio e alle comunità che lo abitano, affinché la cultura e il teatro contribuiscano ad un processo di sviluppo economico, per ricostruire un nuovo tessuto sociale.

Tutti i progetti di Teatro Pubblico Ligure sono realizzati con il contributo della Regione Liguria – Assessorato alla Comunicazione, Formazione, Politiche Giovanili e Culturali, con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo, della Fondazione De Mari e dei Comuni coinvolti, in collaborazione con la Direzione regionale Musei della Liguria. La Fondazione Compagnia di San Paolo sostiene Teatro Pubblico Ligure attraverso i bandi Open Lab, Performing Arts e Rincontriamoci.

L’Estate 2020 di Teatro Pubblico Ligure, iniziata il 19 giugno, prosegue fino al 27 settembre 2020. Progetti e spettacoli sono ideati e diretti da Sergio Maifredi. Protagonisti, secondo il calendario, Ascanio Celestini, Giuseppe Cederna, il fisarmonicista Gianluca Campi, Lucia Poli, Paolo Rossi, Maddalena Crippa, Tullio Solenghi, Moni Ovadia, Amanda Sandrelli, David Riondino, Dario Vergassola, Pietrangelo Buttafuoco, Mario Incudine, Antonio Vasta, Roberto Alinghieri, Igor Chierici, Edmondo Romano, Fabrizio Giudice, Andrea Nicolini, Gianluca Nicolini.

“Un tour che attraverserà la Liguria e che farà da volano alle bellezze artistiche e culturali del nostro territorio anche fuori dalla regione – dichiara l’assessore regionale alla Cultura Ilaria Cavo – Come Regione Liguria siamo lieti di sostenere il Teatro Pubblico Ligure in questa splendida iniziativa che unisce il teatro alla letteratura e fornisce un vero servizio culturale pubblico. Un programma di spettacoli all’insegna della valorizzazione del territorio che farà vivere tappa dopo tappa la cultura durante l’estate e attraverserà la Liguria da ponente a levante. L’iniziativa acquisisce maggior valore soprattutto in un’estate particolare come questa ed è stata possibile grazie all’impegno costante del Teatro Pubblico Ligure che, anche durante il lockdown, ha continuato a credere nel proprio lavoro reinventandosi per garantire al pubblico un servizio di continuità. Un grazie anche ai Sindaci dei comuni coinvolti che hanno fatto rete e hanno continuato a credere in questa rassegna, diventata ormai un appuntamento fisso per la nostra regione. Mai come quest’anno lo spettacolo e la cultura possono dare un segnale di ripartenza.”

“Nave che non cammina, non governa. La nostra idea – dichiara Sergio Maifredi, direttore artistico di Teatro Pubblico Ligure – quando si è allentata la stretta del lockdown, è stata cogliere la brezza che piano piano si alzava dopo la tempesta. Per aprire una rotta bisogna muoversi. Il nostro obiettivo è stato essere vicini alle amministrazioni che hanno lavorato per la ripartenza. Non a caso la nostra ripartenza è stata a Sori, la comunità con cui negli anni si è creato il rapporto più solido. Nei prossimi giorni nei paesi della Liguria presentiamo il nuovo progetto Capitani Coraggiosi, basato come Odissea un racconto mediterraneo e Decameron un racconto italiano in tempo di peste, sulla grande letteratura da riportare alla sensibilità dei giorni nostri. Fra i tanti centri che tocchiamo in Liguria, siamo felici di tornare a Luni e ad Ameglia e di aprire il percorso a Sarzana, con un discorso coerente nello Spezzino dove teniamo a valorizzare le aree archeologiche”.

Partenza dal Teatro Romano di Fiesole, dove alla 73ª Estate Fiesolana dal 25 giugno al 6 agosto va in scena Decameron un racconto italiano in tempo di peste con quattro spettacoli interpretati da Lucia Poli, Roberto Alinghieri, Tullio Solenghi, David Riondino e Dario Vergassola proprio sulla collina in cui Giovanni Boccaccio ha immaginato lo svolgersi delle cento novelle del Decameron.

Nelle Marche dal 16 luglio all’11 agosto a Pesaro, Civitanova Marche e Fano con Tullio Solenghi e Maddalena Crippa nell’ambito di TAU – Teatri Antichi Uniti; e poi in Umbria a Terni al Teatro Romano di Carsulae con Pietrangelo Buttafuoco, Mario Incudine e Antonio Vasta interpreti de Il dolore pazzo dell’amore nel Teatro Romano nell’area archeologica di Carsulae.

Il grand tour estivo prosegue con due tappe nuove: a Castelnuovo Garfagnana mercoledì 19 agosto nel primo Festival Mont’Alfonso sotto le stelle; David Riondino e Dario Vergassola interpretano Astolfo sulla luna, progetto di Sergio Maifredi dedicato ai poemi cavallereschi, nelle terre di cui Ludovico Ariosto fu governatore; mentre in Sardegna il 6 e 7 agosto Teatro Pubblico Ligure partecipa alla XXI edizione del Festival del Tacchi di Jerzu (Nuoro), nella meravigliosa Ogliastra, dove vanno in scena due spettacoli del progetto Capitani Coraggiosi di Sergio Maifredi con Moni Ovadia in Ulisse Achab Noé e Giuseppe Cederna ne L’isola del Tesoro.

In linea con il percorso artistico di Sergio Maifredi i progetti sono pensati per i luoghi che li ospitano e realizzati in modo da valorizzare il territorio, in una prospettiva in cui si fondono natura, letteratura, storia e teatro. Così è nato STAR – Sistema Teatri Antichi Romani, che riunisce i siti archeologici della Liguria dall’area archeologica di Luni, alla Necropoli pre romana di Cafaggio, alla Villa romana di Bocca di Magra, alla Villa Romana del Varignano vecchio, alla Fortezza Firmafede di Sarzana,  sino ad Alba Docilia di Albisola Superiore e all’anfiteatro di Albenga, collegandoli in una rete nazionale con il  Teatro romano di Fiesole in Toscana, ai Teatri Antichi delle Marche, al Teatro Romani di Carsulae in Umbria.

Così siamo arrivati in Liguria, dove partiti il 19 giugno da Sant’Apollinare di Sori fino al 27 settembre Teatro Pubblico Ligure porta i suoi spettacoli nei borghi di Ameglia, nell’anfiteatro romano di Luni e per la prima volta a Sarzana nella fortezza Firmafede, in provincia della Spezia, a Finale Ligure alla Fortezza di Castelfranco e a Testico in provincia di Savona, e allo Scalo Torre di Pieve Ligure, in provincia di Genova.

Il 26 e 27 settembre saranno i siti archeologici protagonisti delle Giornate Europee del Patrimonio, in collaborazione con la Direzione Regionale Musei della Liguria.

A Pieve Ligure XIII edizione di Scali a Mare Pieve Ligure Art Festival ed a settembre a Sori spettacolo di presentazione con la comunità, una festa che darà l’avvio alla nuova stagione di Soriteatro dedicata al tema “Poeti al comando”, in partenza il 15 ottobre.

La stagione estiva in Liguria si apre sabato 18 luglio (ore 21.30) proprio nella necropoli preromana di Cafaggio ad Ameglia (La Spezia) con Paolo Rossi che interpreta La Maga Circe in Odissea un racconto mediterraneo, uno spettacolo che vive da dieci stagioni e che ha inaugurato l’attività di Teatro Pubblico negli scali a mare di Pieve Ligure. Lo spettacolo di Paolo Rossi sarà preceduto da una visita guidata al sito archeologico a cura dell’associazione Vara Magra.

Una delle novità proposta da Teatro Pubblico Ligure è il progetto Capitani Coraggiosi, dedicato alla grande letteratura di mare riportata sul palcoscenico in un viaggio a teppe, come scali di una rotta attraverso gli oceani. Due di queste saranno ad Ameglia con Giuseppe Cederna (sabato 25 luglio, Rotonda Lungofiume di Fiumaretta) che, accompagnato dal campione mondiale di fisarmonica Gianluca Campi, interpreta L’isola del tesoro, tratto dall’omonimo romanzo di Robert Louis Stevenson; e David Riondino (sabato 15 agosto alla Villa Romana di Bocca di Magra) che porta in scena Il corsaro nero dall’omonimo romanzo di Emilio Salgari. I Capitani Coraggiosi scenderanno a terra anche a Finale Ligure giovedì 23 luglio con I diari di Ernest Shackleton con Igor Chierici e il musicista Edmondo Romano ospiti della rassegna “Forza 8. Musica, teatro e incontri nella Fortezza di Castelfranco”. Sempre ad Ameglia, invece, sabato 8 agosto in piazza XXIII dicembre di Montemarcello tornano le Chitarre corsare di Niccolò Paganini, Pasquale Taraffo, Giuseppe Mazzini e Fabrizio De André, uno spettacolo in forma di concerto con Fabrizio Giudice, Andrea Nicolini e Gianluca Nicolini.

Per la prima volta a Sarzana, Teatro Pubblico Ligure porta Odissea un racconto mediterraneo nella fortezza Firmafede dal 3 al 5 agosto, con Tullio Solenghi, Roberto Alinghieri e Amanda Sandrelli, cantori rispettivamente di Odisseo e Penelope, Odisseo e il cane Argo e La ninfa Calipso, canti XIX, XVIII e V del poema omerico.

Venerdì 31 luglio nell’anfiteatro romano di Luni, sarà Ascanio Celestini ad aprire la quinta edizione del Portus Lunae Art Festival tra le pietre dell’antica città di Luna con Radio clandestina. Roma, le Fosse Ardeatine, la memoria, uno spettacolo che quest’anno celebra i 20 anni dal suo debutto, raccontando l’eccidio delle Fosse Ardeatine messo in relazione con la storia che lo ha preceduto, nei racconti di chi ne ha dato testimonianza. Lo spettacolo sarà preceduto da una visita guidata alla mostra Il teatro romano di Luna. Settant’anni di ricerche archeologiche in corso nei casali restaurati, realizzata a cura della Direzione Regionale Musei Liguria.

Infine, allo Scalo Torre di Pieve Ligure sabato 1 agosto torna lo “Scali a Mare Pieve Ligure Art Festival” e festeggia la XIII edizione con un evento speciale dedicato a Odissea un racconto mediterraneo, uno dei gioielli della produzione firmata da Sergio Maifredi: con il festival di Pieve e con Odissea è iniziata nel 2008 l’attività di Teatro Pubblico Ligure. Da allora oltre mille rappresentazioni sono andate in scena davanti al Mediterraneo e nei borghi.

L’ingresso agli spettacoli seguirà le normative vigenti.

Tutti gli eventi in arrivo saranno aggiornati su su www.teatropubblicoligure.it

LUNI – PORTUS LUNAE ART FESTIVAL – V edizione

La quinta edizione di “Portus Lunae Art Festival”, prodotto da Teatro Pubblico Ligure grazie all’accordo con Direzione regionale Musei Liguria, Museo archeologico nazionale e zona archeologica di Luni, Comune di Luni si apre il 31 luglio nel sito archeologico di Luni, in provincia della Spezia, con Radio clandestina. Roma, le Fosse Ardeatine, la memoria di e con Ascanio Celestini, uno spettacolo che festeggia vent’anni. Il festival, di cui saranno resi noti i dettagli in seguito, proseguirà con una serie di appuntamenti dedicati agli scrittori che hanno descritto la peste, da Omero a Esiodo e Sofocle, da Livio e Tucidide, a Lucrezio, fino a Procopio di Cesarea, per arrivare a Boccaccio, Shakespeare, Defoe, Manzoni, Camus, Malaparte e Saramago. Inoltre, nel 2020 ricorrono in 150 anni dalla scoperta dell’antica città di Troia e su quest’anniversario si soffermerà la V edizione del Festival. Troia città in fiamme dopo dieci anni di assedio. Troia in cui per volere di Apollo scoppia la peste. La peste e le guerre si accompagnano. E’ proprio Curzio Malaparte immagina che una pesta metafisica invada Napoli all’indomani dell’arrivo degli alleati durante la seconda Guerra Mondiale. Gli appuntamenti fanno parte di STAR – Sistema Antichi Teatri Romani.

Va ricordato che lo scorso maggio sulla A12 è stata inaugurata una passerella che dall’area di servizio Gropallo conduce direttamente al sito archeologico, permettendo una sosta piacevole nei viaggi degli automobilisti che possono facilmente vivere l’emozione di una delle più importanti vestigia liguri dell’antichità.

Info su www.comune.luni.sp.it/it-it/appuntamenti/portus-lunae-art-festival

AMEGLIA

Grazie alla presenza dei due siti archeologici significativi come la Necropoli preromana di Cafaggio e la Villa Romana di Bocca di Magra, Ameglia fa parte del progetto STAR – Sistema Teatri Romani Antichi, ideato da Teatro Pubblico Ligure e nato in accordo con i Poli Museali Italiani, le Regioni ed il Ministero dei Beni Culturali al fine di promuovere il patrimonio archeologico che si affaccia sul Mediterraneo attraverso spettacoli ed eventi.

Ad Ameglia vanno in scena quattro spettacoli ideati e diretto da Sergio Maifredi. Il 18 luglio alle Necropoli preromana di Cafaggio Paolo Rossi è l’interprete di Odissea un racconto mediterraneo – La maga Circe (canto X), uno spettacolo in scena da dieci stagioni, mentre il 25 luglio a Fiumaretta (Rotonda Lungofiume) Giuseppe Cederna con il campione mondiale di fisarmonica Gianluca Campi apre il progetto Capitani Coraggiosi con L’isola del tesoro da Robert Louis Stevenson. Sabato 8 agosto a Montemarcello (piazza XXIII dicembre) torna Chitarre corsare, uno spettacolo teatrale in forma di concerto in cui Fabrizio Giudice alla chitarra, Andrea Nicolini alla voce e alla fisarmonica, Gianluca Nicolini al flauto traverso, ripercorrono vita e musica di Niccolò Paganini, Pasquale Taraffo, Giuseppe Mazzini e Fabrizio de Andrè. Infine, sabato 15 agosto alla Villa Romana di Bocca di Magra si torna ai Capitani Coraggiosi con David Riondino protagonisti de Il corsaro nero da Emilio Salgari. L’ingresso è libero fino e esaurimento posti. L’iniziativa, promossa da Teatro Pubblico Ligure fa parte del circuito STAR – Sistema Teatri Romani Antichi, è sostenuta da Regione Liguria – Assessorato alla Cultura e Comune di Ameglia.

Info www.comune.ameglia.sp.it/

FINALE LIGURE

Teatro Pubblico Ligure, in collaborazione con il Comune di Finale Ligure, porta il nuovo progetto Capitani Coraggiosi sulla grande letteratura di mare, ideato e diretto da Sergio Maifredi. Ospite della rassegna “Forza 8”, nella Fortezza di Castelfranco giovedì 23 luglio va in scena I diari di Ernest Shackleton, dedicato alla straordinaria impresa compiuta al Polo Sud dall’esploratore britannico tra il 1925 e il 1915, salvando tutti i membri del suo equipaggio bloccato fra i ghiacci antartici. Il protagonista è Igor Chierici con la musica dal vivo eseguita da Edmondo Romano. Info su http://turismo.comunefinaleligure.it/it/eventi/2020/forza-8-teatro-musica-incontri

SARZANA

Per la prima volta a Sarzana, Teatro Pubblico Ligure in collaborazione con il Comune di Sarzana, porta Odissea un racconto mediterraneo nella Fortezza Firmafede, il monumento simbolo della città in provincia della Spezia: Sono il programma tre spettacoli. Lunedì 3 agosto sarà Tullio Solenghi il cantore del XIX canto del poema omerica con Odisseo e Penelope; martedì 4 agosto si prosegue con Roberto Alinghieri e Odisseo e il cane Argo, canto XVII, per chiudere mercoledì 5 agosto con Amanda Sandrelli nei panni della Ninfa Calipso, com’è descritta nel canto V. All’origine del progetto di Sergio Maifredi c’è la volontà di riportare all’originaria narrazione orale un testo centrale della cultura occidentale, attraverso la voce e la sensibilità di grandi interpreti contemporanei.

Info su www.comunesarzana.gov.it/eventi

PIEVE LIGURE – XIII edizione SCALI A MARE PIEVE LIGURE ART FESTIVAL

Confermato Scali a mare Pieve Ligure Art Festival con uno spettacolo che celebra le oltre mille repliche di Odissea un racconto mediterraneo, progetto di Sergio Maifredi che ha debuttato proprio sul mare di Pieve Ligure. Sarà proprio Odissea un racconto mediterraneo ad andare in scena allo Scalo Torre sabato 1 agosto, per la XIII edizione del Festival.

Info su www.comune.pieveligure.ge.it

E INOLTRE, IN ITALIA:

FIESOLE (Firenze) – 73ª ESTATE FIESOLANA

Teatro Pubblico Ligure partecipa alla 73ª Estate Fiesolana con quattro serate di Decameron un racconto italiano in tempo di peste, in programma al Teatro Romano dal 25 giugno al 6 agosto, in scena sulla collina dove Giovanni Boccaccio ha ambientato il Decameron. Il progetto si è inaugurato il 27 giugno con l’introduzione di Maurizio Fiorilla, professore di Filologia della Letteratura Italiana presso l’Università degli Studi Roma Tre, e lo spettacolo di Lucia Poli, tutto esaurito come il seguente di Roberto Alinghieri, realizzato il 9 luglio. Gli altri interpreti sono Tullio Solenghi (23 luglio), Dario Vergassola e David Riondino (6 agosto). Nel 2019 il progetto di Sergio Maifredi e Tullio Solenghi, primo interprete assoluto di Decameron un racconto italiano in tempo di peste, sono stati premiati proprio dall’Ente Nazionale Boccaccio e dal Comune di Certaldo, paese natale di Giovanni Boccaccio, durante la prima edizione della Lectura Boccaccii. Gli appuntamenti fanno parte di STAR – Sistema Antichi Teatri Romani.

Info su www.comune.fiesole.fi.it/opencms/opencms/cultura/estate-fiesolana/

JERZU (Nuoro) – XXI FESTIVAL DEI TACCHI

Per la prima volta Teatro Pubblico Ligure partecipa al Festival del Tacchi di Jerzu, in provincia di Nuoro, arrivato alla XXI edizione. Fra i monti dell’Ogliastra vanno in scena due spettacoli del progetto Capitani Coraggiosi. Giovedì 6 agosto Moni Ovadia presenta Ulisse Achab Noè da Omero, Melville e il Libro dei Libri, venerdì 7 agosto Giuseppe Cederna è il protagonista de L’isola del tesoro, tratto dall’omonimo romanzo d’avventura di Robert Louis Stevenson. I Tacchi sono una meraviglia paesaggistica del centro della Sardegna, altopiani calcarei dove si innalzano pareti rocciose verticali e si aprono profondi canyon e valli boscose. Il festival internazionale, organizzato da Cada Die Teatro, sposa teatro e arte con ambiente, paesaggio, tradizioni ed enogastronomia.

Info su www.cadadieteatro.com

CASTELNUOVO GARFAGNANA (Lucca)

Per la prima volta Teatro Pubblico Ligure tocca la Garfagnana partecipando al primo Festival Mont’Alfonso sotto le stelle, organizzato da PRG Production e Amandla Production, dove mercoledì 19 agosto saranno David Riondino e Dario Vergassola gli interpreti di Astolfo sulla luna nella Fortezza di Mont’Alfonso, fra i monti delle Apuane. La fortezza secolare domina il territorio che fu governato da Ludovico Ariosto, autore de L’Orlando furioso da cui è tratto lo spettacolo.

Info su www.castelnuovodigarfagnana.info/wp/

TERNI

Nel sito archeologico di Carsulae a Terni, venerdì 14 agosto va in scena Il dolore pazzo dell’amore, scritto e interpretato da Pietrangelo Buttafuoco, che avrò accanto a sé Mario Incudine e Antonio Vasta, autori delle musiche originali. L’appuntamento fa parte di STAR – Sistema Antichi Teatri Romani.

Info su www.comune.terni.it

MARCHE – TAU 2020 – TEATRI ANTICHI UNITI

Teatro Pubblico Ligure rinnova anche quest’anno la collaborazione con Amat (Associazione Marchigiana Attività Teatrali) che nell’ambito di TAU 2020 (Teatri Antichi Uniti) ospita due spettacoli ideati e diretti da Sergio Maifredi. Giovedì 16 luglio all’Anfiteatro “De André” del Parco Miralfiore di Pesaro e venerdì 24 luglio al Varco al mare di via Ciro Menotti a Civitanova Marche (Macerata) va in scena Una serata pazzesca con Tullio Solenghi che legge Paolo Villaggio, mentre mercoledì 11 agosto nell’ex chiesa di San Francesco a Fano (Pesaro Urbino) Maddalena Crippa dà voce a Didone, rivivendo le parole del Libro V del poema virgiliano per Eneide un racconto mediterraneo, progetto ideato e diretto da Maifredi con l’idea di riportare alla narrazione orale i testi fondanti della cultura occidentale. Gli appuntamenti fanno parte di STAR – Sistema Antichi Teatri Romani.