Home Consumatori Consumatori Savona

Le iniziative dell’AVO Albenga per le festività natalizie

Ad Albenga l' AVO ha pensato varie iniziative per le festività natalizie soprattutto all' Istituto Trincheri. Aureliana Leppori, la presidente, ci ha presentato il programma ed ha annunciato i nuovi responsabili per l' RSA ed il Trincheri.

0
CONDIVIDI
Una festa al Trincheri (Foto Daros)

SAVONA – Una serie di iniziative per il mese di dicembre e per festeggiare il Natale e la fine dell’ anno verranno messe in campo al “Trincheri” dall’ AVO (Associazione Volontari Ospedalieri) sezione di Alassio-Albenga. Il 23 alle ore 16 è in programma la Festa di Natale con la presenza, oltre che di Babbo Natale, di Laura Fiori e la sua Band e del Mago del Giorno.

Nei giorni scorsi si sono svolti altri incontri con i bambini delle Scuole Elementari, che hanno portato gli auguri agli anziani del Trincheri, si è svolto un concerto di canti natalizi, e nella Casetta di Babbo Natale si è svolta la Festa degli auguri dell’ A.V.O. Durante la quale si giocato anche con il pozzo di San Patrizio, gustando zucchero filato.

Il giorno 24 dicembre si svolgerà invece la tradizionale Santa Messa pre natalizia con il vescovo. Questo il programma: alle ore 16 arriverà Sua Eccellenza Guglielmo Borghetti che farà visita agli ospiti della residenza per anziani ingauna, mentre alle 16 e 30 è prevista la messa che sarà officiata dallo stesso Vescovo della Diocesi di Albenga-Imperia.

Nei giorni scorsi all’ istituto sono stati ultimati gli allestimenti dell’ albero natalizio e del Presepe e sono stati anche resi noti dalla segreteria AVO i nomi dei nuovi coordinatori dei volontari: Nini Billia è la responsabile del Trincheri e Maria Borasi quella dell’ RSA.

L’ Avo rappresenta una delle più importanti e riconosciute realtà nel settore del volontariato socio-sanitario a livello nazionale: può fare parte di questa associazione chiunque abbia il desiderio di mettere al servizio degli ammalati degenti negli ospedali parte del proprio tempo. A livello locale l’Avo è nata nel 1983, ad Albenga, ed attualmente è presente in tutte le più importanti strutture pubbliche ospedaliere del comprensorio, grazie all’impegno e alla dedizione dei quasi cento soci.

“L’AVO- ci ha spiegato la presidente Aureliana Leppori- ad Albenga, Andora ed Alassio opera nelle strutture sanitarie, con una ottantina di volontari, ma siamo sempre troppo pochi per la grande mole di lavoro che c’è da fare. Per questo ogni anno attiviamo un corso di formazione per nuovi volontari. Da pochi giorni si è concluso il nostro ultimo corso che ha anche valenza di aggiornamento per i volontari che prestano servizio da anni. Il corso ci ha permesso di inserire già alcuni nuovi volontari che sono entrati a far parte della nostra famiglia. La richiesta di estendere ad altri reparti e plessi ospedalieri la presenza dei nostri volontari giunge spesso alla nostra Associazione dai pazienti, dai loro familiari e dalle strutture sanitarie stesse che riconoscono il valore
insostituibile dell’opera dei volontari AVO accanto ai malati”.

Questi sono i requisiti per diventare un volontario Avo: età compresa tra i 18 e i 80 anni; buone condizioni psicofisiche; serietà, equilibrio, discrezione, intuito e capacità di relazione; una buona preparazione generale; disponibilità alla collaborazione; disponibilità a svolgere almeno un turno settimanale (mattino o pomeriggio) di 2 ore. La formazione dei volontari si arricchisce con la periodica partecipazione a corsi di aggiornamento e con le riunioni di reparto.

Per chi vuole maggiori informazioni può recarsi presso la sede Avo (presso ospedale di Albenga) il martedì dalle 10 alle 11 e 30 ed il venerdì dalle 15 e 30 alle 17 e 30. Per ulteriori informazioni sull’associazione è possibile telefonare ai numeri 0182 660149, 80120 e 645212.
CLAUDIO ALMANZI