Home Cronaca Cronaca Italia

La “non allineata” Barbara Balanzoni radiata dall’Ordine dei Medici

0
CONDIVIDI
La non allineata Barbara Balanzoni radiata dall’Ordine dei Medici
Barbara Balanzoni (Telegram)

Barbara Balanzoni, la dottoressa nota per le sue idee contrarie alle vaccinazioni Covid Mrna, è stata radiata dall’Ordine provinciale dei Medici Chirurghi e degli odontoiatri di Venezia.

La decisione è stata presa il 2 maggio 2022 e comunicata tramite email a Barbara Balanzoni in data 27 giugno 2022 a firma del presidente dell’Ordine dei Medici chirurghi, Giovanni Leoni.

Ad annunciarlo è stata la stessa Balanzoni su Twitter, pubblicando anche la comunicazione ufficiale dell’ordine in cui compaiono i nomi dei 12 responsabili che hanno preso la decisione oltre alle motivazioni.

La Balanzoni viene accusata di aver tenuto in più occasioni, in qualità di medico, pubblicamente e sui social, un comportamento “in maniera violenta, aggressiva, volgare ed intimidatoria posizioni prive di evidenze scientifiche e contro la gestione sanitaria della pandemia incitando” a “manifestare a suo sostegno contro l’Odine professionale” e “Per avere dichiarato pubblicamente di continuare ad esercitare la professione” anche dopo “l’intervenuta sospensione (gennaio 2022) per mancato adempimento dell’obbligo vaccinale” violando alcuni articoli dello stesso ordine.

La commissione avrebbe ritenuto “molto grave il comportamento della collega” che avrebbe portato “al convincimento della sua posizione pseudo-scientifica”. Millantando “teorie che ad oggi non sono accreditate in alcun modo e screditato il lavoro dei colleghi che hanno scelto di rimanere nell’alveo della comunità scientifica, minacciandoli in tutti i modi di efferate ritorsioni”.

Secondo la commissione dell’Ordine, Barbara Balanzoni avrebbe svolto anche una campagna di aggressione verbale contro colleghi, ospedali, il ministero. Contro lo stesso Ordine e “insultato senza ritegno, usato frasi e parole volgari e scurrili”.

La dottoressa Barbara Balanzoni, classe 1974, ha curato, secondo il “Giuramento di Ippocrate” e come tanti altri medici italiani, in scienza e coscienza, i propri pazienti affetti da Covid non seguendo le linee guida indicate dal ministero della Salute che per diverso tempo hanno previsto “paracetamolo e vigile attesa”, non ritenendole efficaci.

Non ha, neppure, mai fatto mistero di aver curato pazienti positivi al coronavirus a casa, anche dopo la sua sospensione dall’ordine.

Proprio su Twitter la Balanzoni commenta la comunicazione dell’Ordine con “Ovviamente ME NE FOTTO di Venezia. Come prima del resto”.

Alla notizia della sua radiazione sono state diverse le reazioni di solidarietà, sia da parte di altri colleghi. Di pazienti che sono stati curati, ma anche di politici, persone semplici ed associazioni. Qualcuno, invece, al contrario, è stato felice della sua radiazione.