Home Cultura Cultura Genova

La biodiversità e gli anfibi al Museo Doria mercoledì 20 alle 17

0
CONDIVIDI
La biodiversità e gli anfibi al Museo Doria mercoledì 20 alle 17

Occhio alla biodiversità questo si racconta in Proteggi gli Anfibi

Museo Civico di Storia Naturale “G. Doria” – Via Brigata Liguria 9 – Genova

Gli anfibi sono gli animali vertebrati a maggior rischio di estinzione sul nostro Pianeta. Infatti, oltre il 40% delle specie di anfibi attualmente viventi mostrano un declino globale o locale delle popolazioni.I fattori che maggiormente provocano la scomparsa degli anfibi sono il taglio delle foreste tropicali, la bonifica e l’inquinamento delle zone umide, l’introduzione di specie alloctone invasive e i cambiamenti climatici. Inoltre, alcune specie di pesci e anfibi importati da altri continenti per l’abbellimento degli acquari facilitano la diffusione di funghi patogeni che colpiscono la pelle degli anfibi provocando gravi malattie.

Al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica e in particolare i ragazzi, il Parco Nazionale delle Cinque Terre, in collaborazione con altri quattro Parchi nazionali italiani, ha realizzato un pieghevole didattico sulla conservazione degli anfibi.In particolare, si mette in evidenza la necessità di non immettere, negli ambienti acquatici, animali alloctoni come pesci, crostacei o testuggini che, spesso, alterano gli ecosistemi ed entrano in competizione con le specie autoctone.

L’opuscolo, realizzato nell’ambito di un progetto finanziato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, è concepito come un insieme di giochi e di quesiti illustrati per i più piccoli.Questa iniziativa ha ricevuto il patrocinio dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) ed è a disposizione delle scuole e del pubblico poiché sarà scaricabile gratuitamente dal sito del Parco Nazionale delle Cinque Terre. Saranno presenti i responsabili del Parco Nazionale delle Cinque Terre, il coordinatore dell’iniziativa Sebastiano Salvidio e l’autrice dei disegni e della grafica Linda Marino.