Home Cultura Cultura Mondo

Inaugurata 15°edizione Kustendorf festival

0
CONDIVIDI
Il regista Emir Nemanja Kusturica inaugura la 15°edizione del Kustendorf festival

Ieri sera è stata inaugurata la 15°edizione del Kustendorf festival, nell’evidente entusiasmo dei presenti. Molta la stampa nazionale ed internazionale presente. Dopo un anno di severa pandemia ed il nuovo inverno del 2022 segnato dall’imperversare della variante omicron, aprire il festival del Kustendorf in presenza è stato un momento di gioia, di ripresa alla vita anche artistica.

E’innegabile l’amore del “padrone di casa”, Emir Nemanja Kusturica, per gli amici il “Professore”, verso un certo tipo di cinema italiano. Ed in effetti il festival ha esordito con un documentario serbo sul Grande Pier Paolo Pasolini. Molti i volti nostrani visti danzare sullo schermo. Citiamo la celebre Anna Magnani, che abbiamo rivisto in uno stralcio del tagliente film del1962 “Mamma Roma” per l’appunto di Pasolini. Come non commuoversi nel rivedere alcuni frame di quella storica pellicola!

A seguire  è stato proiettato del film “Capriccio all’italiana” il quarto episodio, ossia la parte che vede come protagonisti gli attori TotòNinetto Davoli. I due sono due persone-marionette, metafora di come l’essere umano non sia mai realmente libero, ma sempre in parte manipolato dal Sistema che ne influenza e guida non solo le azioni, ma spesso il pensiero recondito. Nella storia i due finiscono per essere espulsi dalla compagnia teatrale di marionette e gettati con indifferenza in una discarica. Ed è lì che avviene lo scambio delle famose battute tra il personaggio interpretato da Ninetto Davoli che chiede “Che cosa sono le Nuvole?” ed il personaggio di Totò che risponde “Quelle sono le Nuvole…ah, straziante meravigliosa bellezza del creato”. Rimarchiamo questa frase, in quanto costituisce il leitmotiv della 15°edizion del festival. L’esperienza artistica di Pasolini assurge a linea guida.

Si sono esibiti successivamente gli artisti dell’Accademia di Belgrado in una perfomance di Teatro-Danza molto coinvolgente. Ricordiamo inoltre che la presentazione è stata coadiuvata dall’attrice serba Tanja Markov.

A seguire chiaramente l’intervento del “Professor”Emir, le cui parole, in nome della radicata cultura che lo contraddistingue, sono sempre graditissime. Facendo riferimento all’episodio 4 del film “Capriccio all’italiana”, ha detto che in questo momento storico siamo come marionette dai movimenti scanditi da certi Sistemi.

A seguire proiezione della pellicola “Feathers”del regista egiziano Omar El Zohairy, ivi presente, con interessante workshop in merito.

Il Festival del Kustendorf, dopo il travagliato periodo pandemico, è tornato in grande stile e ne siamo certamente felici!

Frame da un documentario serbo su Pier Paolo Pasolini
Gli artisti dell’Accademia di Belgrado durante la perfomance di Danza-Teatro durante la cerimonia d’apertura del Kustendorf festival

 

 

Romina De Simone