Home Cronaca Cronaca Genova

Il nuovo arcivescovo di Genova è Padre Marco Tasca

0
CONDIVIDI
Il nuovo arcivescovo a Genova è Padre Marco Tasca: oggi l'ordinazione

“Mi affido con tutto il cuore alla vostra preghiera, in attesa di incontrarvi tutti e ciascuno nella bella città di Genova, che da oggi sento anche mia”.

Padre Marco Tasca, già superiore generale dell’Ordine dei frati conventuali dal 2007 al 2019, è il nuovo arcivescovo di Genova.

Succede al cardinale Angelo Bagnasco che lascia per raggiunti limiti d’età.

L’annuncio è stato dato oggi a Genova, in contemporanea con quello della sala stampa vaticana, dallo stesso arcivescovo Bagnasco.

Padre Tasca è nato a Sant’Angelo di Piove di Sacco nel padovano il 9 giugno 1957.

E’ sacerdote dal 1983, ha svolto diversi incarichi, tra cui dal 1988 al 1994, a Brescia nel Convento di San Francesco come rettore del Seminario minore e dal 1994 rettore dei frati studenti di teologia presso il postnoviziato di Padova, al Convento Sant’Antonio Dottore.

Nel 2007 è diventato il 119° successore di San Francesco per l’Ordine dei frati conventuali.

Il cardinale Bagnasco ha guidato la Chiesa di Genova dall’agosto 2006 e nel capoluogo ligure era stato ordinato sacerdote.

Nel 1998 è stato nominato vescovo di Pesaro e nel 2003 arcivescovo ordinario militare per l’Italia, incarico che ha mantenuto per tre anni.

Nel 2006 è chiamato alla cattedra di Genova in sostituzione del cardinale Tarcisio Bertone chiamato a sua volta presso la Segreteria di Stato vaticana.

Il 7 marzo 2007 è stato nominato da Benedetto XVI nuovo presidente della Conferenza episcopale italiana con la conferma dell’incarico per un secondo mandato il 7 marzo 2012.

Nel 2011 è stato nominato vicepresidente del Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa e nel 2016, diventandone presidente.

Nel 2013 ha partecipato al Conclave che ha eletto Papa Francesco.

Il sindaco di Genova Marco Bucci ha dato il suo caloroso benvenuto, a nome della città, al nuovo Arcivescovo di Genova: «Benvenuto a Marco Tasca. Lo accogliamo a braccia aperte, siamo pronti a collaborare affinché possa compiere la propria missione in armonia con tutta la nostra Città».