Home Cultura Cultura Genova

Il Natale prende vita, icona delle festività

0
CONDIVIDI
Il Natale prende vita, icona delle festività
Il Natale prende vita, icona delle festività

Il Natale prende vita, icona delle festività, voluta fortemente dall’Associazione Commercianti ed Operatori Turistici di Camogli

Il Natale prende vita, icona delle festività, voluta fortemente dall’Associazione Commercianti ed Operatori Turistici di Camogli con il Comune di Camogli, la Camera di Commercio di Genova, e la collaborazione della Pro Loco e degli altri Enti ed associazioni cittadine.

Un presepe vivente che ispirandosi al mare parlerà camoglino, con attori e comparse del territorio , scenografie e costumi d’epoca (siamo alla fine 800, inizi 900), botteghe e artigiani, artisti, pittori, musicisti e librai, pescatori e pescivendoli, falegnami, ricamatrici, fornai e pastai e ancora i colori, i sapori e i profumi che hanno reso famoso nel mondo questo borgo marinaro noto come la Città dei mille bianchi velieri.

Concentrato nell’affascinante porticciolo, la grotta  della Natività ne sarà il fulcro ed intorno, dal molo alla mancina, in un percorso coinvolgente i figuranti animeranno la vita del presepe in emozionanti scenografie che la bellezza di Camogli renderà ancor più ammaliante.

Sarà uno stupore la notte del 24 dicembre a Camogli quando il Natale prenderà vita nella grotta in piazza Colombo con la nascita di Gesù Bambino, e Giuseppe e Maria in adorazione. Una Natività intima, da ammirare in silenzio lasciando parlare le melodiose musiche che la accompagneranno.

Fino al nuovo anno la grotta rimarrà come un simbolo, ospitando anche la natività ideata da Giulia Pirchi e Lorenzo Ghisoli con la collaborazione del Falegname Andrea Costa, fino al tanto atteso arrivo il pomeriggio del 5 gennaio dei Re Magi, svelando finalmente l’evento tanto atteso.

Come tradizione vuole, anche a Camogli il presepe vivente in una straordinaria rappresentazione teatrale nel più bel palcoscenico a cielo aperto, il suo porticciolo, con la regia di Fabrizio Giacomazzi e l’interpretazione teatrale di Andrea Carretti. Musiche dal vivo con LoopStation e violino di Roberto Izzo.

Avvolti dalle note di brani di Natale, sarà facile a Camogli vivere la suggestione di trovarsi parte di un vero Presepe e proprio il 5 gennaio, a suggello delle festivtà natalizie che volgono al termine, succederà qualcosa di eccezionale che culminerà con l’arrivo di Melchiorre, Baldassare e Gaspare, sapienti re venuti da lontano a rendere omaggio al bambino Gesù, che guidati dalla stella, approderanno a Camogli con i loro carichi di doni.
Un grandissimo lavoro già iniziato per un evento intorno al quale la Città di Camogli, chiamata dalla presidente ASCOT Luciana Sirolla, si sta mobilitando. In via di svolgimento il casting per le comparse, al lavoro le sarte e gli stilisti, provano gli artisti le loro recite e i musicisti i loro repertori, sono pronti i progetti per la realizzazione della grotta, si raccoglie la legna. Si inizia il 18 dicembre.