Home Cultura Cultura Genova

Il Museo del Videogioco di Gattorna festeggia 8 anni

0
CONDIVIDI
Il Museo del Videogioco di Gattorna festeggia 8 anni

Gattorna, sabato 20 giugno dalle 21.00, ingresso libero il Museo del Videogioco festeggia 8 anni: apertura straordinaria e serata a tema.

Nella stessa sede potrete visitare anche il Polimuseo giocattolo povero, naturalistico e della civiltà contadina

Gattorna, Moconesi – Sono trascorsi già otto anni dall’apertura de LA MECCA – Primo Museo del videogioco d’Italia, che, come dice il nome, è una meta per i veri appassionati, ma anche per i semplici curiosi e per chi vuole rivivere le emozioni di una partita con le console che hanno fatto la storia o con i mitici cabinati da bar. Sono decine infatti le postazioni giocabili, e vanno dagli anni ’80 ai 2000. Inoltre, l’ampia esposizione presenta migliaia di pezzi, in un viaggio nell’evoluzione della tecnologia, della grafica e del design degli ultimi decenni.

TEMA DELLA SERATA
Usciva venti anni fa Dracula la risurrezione, la prima avventura grafica a tema, seguita da quattro sequel, a riprova del successo della trasposizione videoludica di uno dei classici della letteratura. Durante la serata ci saranno minitornei con in palio il secondo capitolo, Dracula, l’ultimo Santuario, una vera chicca per amanti del genere e collezionisti

APERTURA SERALE
Per l’occasione apertura serale dalle 21.00. Poi festa con la tradizionale e attesa torta a tema della Pasticceria Galletti e birra e bibite per tutti grazie all’ormai immancabile sostegno di Ceres, a cui quest’anno si aggiungono Lemonsoda e Oransoda. Un’occasione ghiotta – in tutti i sensi!- per scoprire o tornare in questa perla del Tigullio, una realtà unica che unisce l’aspetto museale alla possibilità di per giocare e divertirsi. Nella stessa sede potrete visitare anche il Polimuseo giocattolo povero, naturalistico e della civiltà contadina – TUTTO A INGRESSO LIBERO

Orario: dalle 21.00.
Ingresso libero
Info: 328.2256519
pagina facebook La MECCA – Il primo museo del Videogioco d’Italia