Home Spettacolo Spettacolo Genova

I porti delle storie a Palazzo San Giorgio di Genova: concerto di Mario Incudine e Antonio Vasta

0
CONDIVIDI
I porti delle storie
Antonio Vasta e Mario Incudine (Foto © ilpigiamadelgatto)

Genova – Il viaggio nei “Porti delle storie” partito dalla Grecia con Matteo Nucci, giovedì 17 novembre alle ore 17 approda idealmente a Palermo con la musica e i racconti di Mario Incudine e Antonio Vasta. L’appuntamento è nella Sala del Capitano di Palazzo San Giorgio a Genova, sede del progetto ideato a diretto da Sergio Maifredi per Teatro Pubblico Ligure, creato per l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale e patrocinato dall’Accademia della Marina Mercantile. L’ingresso è libero con prenotazione obbligatoria al numero 348 2624922 (anche whatsapp) o a info@teatropubblicoligure.it. Informazioni su www.teatropubblicoligure.it e www.portsofgenoa.com
Mario Incudine è uno dei più significativi artisti che la terra di Sicilia abbia espresso negli ultimi anni, ormai noto al pubblico genovese perché da oltre dieci anni è presenza costante nelle attività di Teatro Pubblico Ligure con spettacoli in cui esprime la sua doppia anima di attore e musicista. Un atto d’amore e di fiducia lo lega a doppio filo alla cultura siciliana, mai abbandonata nonostante la carriera lo porti sempre più spesso in giro per il mondo. Al suo fianco c’è un amico e sodale, Antonio Vasta, maestro di musica dalla personalità affine e nello stesso tempo complementare alla carica estroversa e trascinante di Incudine. Saranno loro a raccontare Palermo, città complessa e meravigliosa. È una storia antica di scambi e d’incontri di culture; Palermo è il suo porto; impregnato di profumi intensi, acceso da una luminosità unica che riflette il Mediterraneo dentro il quale affonda e si allunga, trascinando la città protesa ad abbracciare quel mare. La gente, i colori, il fermento di un corpo che non dorme mai, dove nel tempo tanti hanno trovato riparo e da cui molti si sono allontanati sentendo il richiamo di quella distesa blu, ricca di promesse e possibilità.
Lo stesso giorno, alle 21, Mario Incudine e Antonio Vasta inaugurano la prima stagione teatrale invernale “Scali a mare Pieve Ligure Art Festival” al Teatro Massone di Pieve Alta, con lo spettacolo InCanti sacri.

“I porti delle storie” prosegue giovedì 1° dicembre con lo svedese Björn Larsson, scrittore, velista e uomo di mare che nell’intervento “I miei porti. Da Gilleleje in Danimarca a Vilagarcìa in Spagna” parlerà dell’idea stessa di porto con i segreti, il fascino e il mondo particolare che racchiude. Nel 2023, il 19 gennaio Tullio Solenghi, attore nato a Genova, e Massimo Minella, giornalista, esperto di economia marittima, racconteranno Genova, città di porto e di salsedine. Le pietre medievali dei suoi vicoli sono la sua anima. Ascolteremo le parole di Montale, Caproni, Sbarbaro, Frénaud e De André. Le acque fredde dei Porti del Baltico sono il tema affrontato giovedì 16 febbraio dallo scrittore e viaggiatore olandese Jan Brokken, autore del best seller “Anime baltiche” edito da Iperborea, viaggio in un cruciale ma dimenticato pezzo d’Europa. Giovedì 16 marzo Paolo Rumiz racconta la sua Trieste. Il porto, la città, l’Adriatico. Una città da sempre crocevia, città internazionale, confine, ponte, partenza, arrivo, rifugio. Infine, il 20 aprile si torna in Grecia ma si naviga questa volta nelle isole, lontano dalla capitale, per calare l’ancora a Mitilene, il porto di Lesbo. Culla di Saffo e Alceo, si svela a chi la guarda come uno scrigno pieno di tesori, con il suo borgo dalle case chiare, le affascinanti rovine e la fortezza, memoria delle lontane conquiste genovesi. Ne parlerà Giorgio Ieranò, professore ordinario di Letteratura greca all’Università di Trento, traduttore, ma anche viaggiatore che ben conosce le terre dell’antica Grecia. Il tempo delle isole appare immobile. Ma a volte viene scosso, sconvolto, disastrato dall’irruzione del presente.
Condivideranno parole e pensieri nella Sala del Capitano di Palazzo San Giorgio, dove sono entrati i grandi navigatori e potenti genovesi del passato: l’ammiraglio Andrea Doria, il doge Simon Boccanegra, il condottiero Guglielmo Embriaco, l’ammiraglio del Mar Oceano Cristoforo Colombo, il generale delle galee Biagio Assereto, effigiati sulla facciata rinascimentale di Palazzo San Giorgio insieme a Caffaro, autore degli Annali. La Sala del Capitano è dedicata a Guglielmo Boccanegra, Capitano del Popolo, che nel 1260 commissionò la costruzione di Palazzo San Giorgio a frate Oliverio. Il Palazzo assume questo nome quando nel 1407 diventa sede del Banco di San Giorgio, una delle prime istituzioni bancarie nate nell’Italia dei Comuni, che espresse un’enorme influenza nel mondo dei traffici e del commercio, amministrando il debito pubblico e gestendo gli introiti delle gabelle, ruolo che mantenne fino al 1797 con la caduta della Repubblica di Genova. L’acqua lambiva Palazzo San Giorgio, che si affacciava sulle banchine del porto e oggi osserva il via vai del Porto Antico disegnato da Renzo Piano.

BIOGRAFIE
Mario Incudine è uno dei più importanti musicisti che la terra di Sicilia ha espresso negli ultimi anni. Ha scelto la lingua siciliana per i suoi testi come atto d’amore e di fiducia per la propria terra. Ci racconterà Palermo, città complessa e meravigliosa. Andrea Camilleri lo ha voluto accanto a sé come interprete di alcuni suoi spettacoli. Nel 2015 Moni Ovadia lo ha scelto come regista collaboratore e autore delle musiche originali eseguite dal vivo, nella tragedia Le Supplici di Eschilo, andata in scena al Teatro Greco di Siracusa per il ciclo di rappresentazioni classiche all’INDA. Diretto da Sergio Maifredi, porta in scena nei teatri antichi Il Ciclope, una personale rilettura del Ciclope omerico, e scrive due opere originali corali: Un canto mediterraneo e Il canto di Nessuno, spettacoli andati in scena al Teatro antico di Taormina e al Teatro greco-romano di Catania.
Antonio Vasta, musicista, compositore, pianista. Culture della fisarmonica, dell’organetto e della zampogna.

PROSSIMI APPUNTAMENTI
Giovedì 1 dicembre 2022, ore 17.00
I PORTI DELLE STORIE
BJÖRN LARSSON
I miei porti
Da Gilleleje in Danimarca a Vilagarcìa in Spagna

Giovedì 19 gennaio 2023, ore 17.00
I PORTI DELLE STORIE
TULLIO SOLENGHI in dialogo con MASSIMO MINELLA
GENOVA

Giovedì 16 febbraio 2023, ore 17.00
I PORTI DELLE STORIE
JAN BROKKEN
I PORTI DEL BALTICO

Giovedì 16 marzo 2023, ore 17.00
I PORTI DELLE STORIE
PAOLO RUMIZ
TRIESTE

Giovedì 20 aprile 2023, ore 17.00
I PORTI DELLE STORIE
GIORGIO IERANÒ
MITILENE – LESBO