Home Gossip

Grande entusiasmo a Punta Tre Pini parlando di Wedding

0
CONDIVIDI

Si tratta di un mestiere parecchio in voga, ma tutt’oggi coperto da una coltre di mistero. Sentiamo sempre più parlare di “Wedding planner”, ma sappiamo realmente di cosa si occupa questa figura sempre più ricercata ed ambita nel mondo nuziale?

Su questo tema si è tenuto in settimana a Genova un importante appuntamento, dove si è parlato di matrimoni e della galassia che c’è intorno a questo mondo. Un universo reso celebre anche dalle divagazioni televisive di Enzo Miccio, “Wedding stellato”.

Un comparto lavorativo  che richiama un indotto in larga parte penalizzato dal recente lock down, con uno stop che ha frustrato il sogno di molti novelli sposi che avrebbero voluto convolare a nozze in quello che doveva essere un benaugurante anno 20-20.

Tante le proposte che sono arrivate nel corso di un affollato incontro che ha avuto come sua magnifica sede “Punta Tre Pini” ristorante pizzeria e lounge bar di Via Quarto 14, locale che grazie alla nuova gestione di Patrizia Armento ed ai suoi due soci sta vivendo una fantastica ventata di entusiasmo.

Per la precisione, l’incontro si è svolto nello splendido scenario della terrazza sul mare “Matrimoni Expo”, dove l’Associazione Professionisti Wedding di Roberto Savastano e Enrico Zoni ha presentato il suo rinnovato progetto.

Tante proposte volte a supportare la scelta della location degli sposi e a sostenere le imprese del settore. All’incontro ha partecipato anche l’assessore regionale Ilaria Cavo (nella foto sulla terrazza del Punta Tre Pini) che ha ascoltato con molto interesse il partecipato dibattito, evidenziando in un suo intervento la grande attenzione dell’amministrazione regionale Toti su questi temi: temi molti importante quello della scelta delle location per un passo così importante.

Proprio la struttura che ha ospitato l’evento, Punta Tre Pini, si dispone come un fiore all’occhiello dell’intera proposta con i suoi ineguagliabili squarci a picco sul mare. Indubbiamente una grande attrattiva per chi vorrà rendere indimenticabile un giorno già fantastico di suo.

Da parte dell’Associazione sono arrivate alcune richieste molto specifiche: tra queste quella di più giorni della settimana per i matrimoni, ma anche rendere le location associate “Case Comunali Temporanee” autorizzate dagli uffici comunali. Da un punto più pratico, l’Associazione avanza la richiesta di una proposta di “Bonus Sposi” per le coppie che sceglieranno la Liguria come location e quella di detrazioni fiscali per le spese legate al matrimonio. Insomma: un giorno da dedicare alla cerimonia ma con un occhio ai futuri conti famigliari.

Insomma, rendiamo veramente indimenticabile il nostro giorno del fatidico “si”; magari partendo da una serata sul mare, a Punta Tre Pini, assaggiando e prendendo confidenza con la splendida atmosfera creata da Patrizia Armento, dai suoi soci e da tutto il suo staff.

Franco Ricciardi