Home Sport Sport Genova

Giornata no per gli italiani al Tachira dove trionfa Quevedo

Leonardo Marchiori e Filippo Tagliani non hanno neppure preso il via per problemi intestinali, mentre Davide Baldaccini si è dovuto fermare per dolori allo stomaco.

0
CONDIVIDI
Quevedo vittorioso a Barinitas

BARINITAS- Dopo aver ottenuto due terzi posti in volata Xavier Quevedo si è preso finalmente la rivincita sugli sprinter che lo avevano battuto nelle prime due tappe della Vuelta al Tachira, prima Colon e poi Rajovic. Quevedo ieri li ha staccati portando a termine la fuga insieme a cinque compagni e riuscendo alla fine a distanziare di quasi tre minuti il gruppo.

Ora il trentenne venezuelano guida la classifica generale, quella a punti e quella degli sprint intermedi. Al traguardo di Barinitas, dopo 132 chilometri di corsa, Quevedo ha preceduto Abreu, Espinal, Mendoza, Rios ed Araujo. Il gruppo è giunto a 2′ e 45” battuto allo sprint da Camargo.

Per gli italiani giornata nera con tre ritiri: Leonardo Marchiori e Filippo Tagliani non hanno neppure preso il via per problemi intestinali, mentre Davide Baldaccini si è dovuto fermare per dolori allo stomaco.

Stefano Gandin ha chiuso in gruppo al 14esimo posto, mentre Giulio Masotto si è classificato 120esimo ad 8’ e 32” dal vincitore.

Oggi è in programma la quarta tappa da Lagunillas a Merida di 105 chilometri con un G.P della Montagna, due sprint intermedi e due sprint con il palio abbuoni.

Questo l’ ordine d’arrivo della terza tappa: 1) Xavier Quevedo ( Venezuela Pais Futuro) che compie i 132 chilometri del percorso in 3 ore 13′ 19”; 2) Daniel Abreu (JHS Grupo Moya); 3) Alcides Espinal (JB Calzado Power Arroz Zulia); 4) Mendoza; 5) Rios; 6) Araujo, tutti con lo stesso tempo del vincitore; 7) Camargo a 2’45”; 8) Colon; 9) Restrepo; 10) Merchan; 14) GANDIN tutti con lo stesso tempo di Camargo; 120) MASOTTO a 8’32”.

Classifica generale: 1) Quevedo; 2) Abreu a18”; 3) Espinel a 20”; 4) Mendoza a 30”; 5) Araujo a 1’; 6) Rios s.t.; 7) Colon a 2’53; 8)Merchan a 3’06”; 9) Nava a 3’07”; 10) Mora a 3’08”; 83) GANDIN a 5’47”; 98) MASOTTO a 11’03”.

CLAUDIO ALMANZI