Home Sport Sport Genova

Genoa, Pedro Pereira: Salvezza primo obiettivo stagionale

0
CONDIVIDI
Pedro Pereira

Nello spicchio di cielo sopra Pedro Pereira non esistono le nuvole. Bella fortuna alzarsi la mattina con il piede giusto, fare colazione con il miele dell’ottimismo, sorridere alla vita e sapere che la vita ti sorriderà.

Mister ottimismo era arrivato in punta di piedi a gennaio e in questi mesi ha fatto il suo in campo e nello spogliatoio. Suo l’assist al bacio che Lapadula ha trasformato in gol nell’amichevole con lo Zenit. “Merito di ‘Lapa’ che l’ha messa dentro, se no altro che fama di assist-man!” commenta con la modestia che lo segue. “Sulla destra abbiamo avuto una buona intesa, anche con il mio amico Medeiros mi trovo a occhi chiusi. Sono onorato di fare parte di un club storico come il Genoa nella stagione dei 125 anni. Il club più antico. Come il Benfica nel mio Paese che è stato fondato nel 1904. Sono d’accordo con Spolli. Il primo obiettivo è la salvezza: archiviata quella vedremo se potremo puntare più in alto”. Si fatica sotto il ghiacciaio dello Stubai, dove il team si è allenato nel pomeriggio e domani sarà impegnato in una doppia seduta. “La Serie A è competitiva e difficile, quasi come ragionare e parlare nella vostra lingua” sostiene. E invece se la cava bene. Ma è vero che esistono affinità tra il portoghese e il genovese? “L’ho sentita questa, me lo dicono spesso. Mi piacerebbe imparare qualche parola in dialetto, al di là della cadenza simile è un obiettivo che voglio inseguire”.