Home Consumatori Consumatori Genova

Gandolfo, sindaco di Recco, presenta le attività svolte dall’amministrazione

0
CONDIVIDI
Carlo Gandolfo, sindaco di Recco

Recco, a metà mandato Gandolfo presenta la relazione delle principali attività della sua amministrazione.

Il sindaco Carlo Gandolfo traccia il bilancio delle attività svolte dall’amministrazione. Ecco quanto è stato fatto in questi due anni e mezzo dall’insediamento della Giunta.

Iniziamo dai lavori pubblici. Quanto è stato fatto nel settore dei lavori pubblici in questi due anni e mezzo? Chiediamo a Gandolfo.

«È stato un lavoro incessante e determinato, nella realizzazione degli obiettivi del nostro programma e nel mantenimento degli impegni presi con gli elettori. Il settore lavori pubblici ha visto l’amministrazione e in particolare l’assessore Caterina Peragallo impegnata su opere, progetti e risorse reperite con investimenti particolarmente significativi.

Tutto ciò nonostante gli ultimi due anni siano stati segnati in gran parte dalla pandemia; un evento che ha assorbito una enorme quantità di attività, energie e risorse, utilizzate per contenere ed attenuare, per quanto possibile; le conseguenze negative dovute al Covid.

Desidero quindi ringraziare in primis l’assessore Caterina Peragallo ed i tre responsabili, architetto Orgiu, geometra Revello ed attualmente ingegner Bertin; che si sono succeduti a capo del Settore Lavori Pubblici e tutto il personale dipendente cui va il merito di aver raggiunto questi importanti risultati».

Nel complesso dall’inizio di questo mandato amministrativo sono stati investiti più di 1.000.000 euro per interventi di messa in sicurezza del territorio; 600.000 euro per migliorare il patrimonio scolastico, circa 2.000.000 euro per gli edifici comunali (efficientamento energetico del palazzo comunale; edifico polivalente via D’Aste, ecocentro di via della Nè); oltre 200.000 euro per la difesa del litorale e circa 440.000 euro per altri interventi sul territorio cittadino.

Quali lavori sono stati fatti per la sicurezza del territorio?

Ecco quel che abbiamo fatto. Interventi per ridurre il rischio idrogeologico nelle aree frazionali che hanno previsto opere di regimentazione delle acque in via Faveto e in via dell’Alloro. Inoltre è stato fatto l’allargamento della sede stradale con la realizzazione di una piazzola di manovra: investimento di 140.000 euro.
Messa in sicurezza del dissesto stradale in via Polanesi; Rifacimento dei muri sottostanti dopo che il versante collinare era stato colpito da eventi franosi; investimento complessivo di 160.000 euro.

Lavori di consolidamento e messa in sicurezza di parte della strada comunale carrabile via Alpini d’Italia; investimento di 200.000 euro (lavori affidati – inizio previsto nel mese di febbraio p.v.).
Lavori di messa in sicurezza delle pareti rocciose sottostanti Corso Garibaldi e Lungomare Italia: investimento di 36.600 euro.
Completamento canalizzazione acque meteoriche in Via Faveto: investimento di 15.500 euro.
Consolidamento porzione di strada carrabile Via Verzemma: investimento di 65.000 euro.
Rifacimento di porzione di muro di sostegno in località Cotulo, Via N.S. del Fulmine: investimento di 43.700 euro.
Manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza della passerella pedonale sul Torrente Recco tra Via Pisa e Via Roma: investimento di 74.400 euro.
Disciplinamento delle acque meteoriche in via Alpini d’Italia, via Salvo d’Acquisto, via Faveto, Salita del Pinolo e via Ageno; investimento complessivo di 165.000 euro (140.000 provenienti da un contributo statale, 25.000 integrati dal Comune di Recco).
Rifacimento di porzione di muro in Via Casaccia: investimento di 100.000 euro (al 50% con privati).
Allargamento strada con realizzazione muro di sostegno in via Cornice Golfo Paradiso all’altezza di Salita del Nespolo: investimento di 52.000 euro.
Ripristino di un tratto di muro crollato in Salita Suore Maestre Pie: investimento complessivo 2.350,00 euro.

Settore scuola. Quali lavori sono stati fatti per la sicurezza dell’edificio? Quanto è stato investito?

Abbiamo sostituito parte degli infissi dell’asilo di via Milano. Abbiamo fatto un investimento di 22.000 euro; con contributo di 9.000 euro da parte del Ministero dello Sviluppo economico che ha coperto il 40% dei costi.
Sostituzione dei servizi igienici ala nord-ovest, piano primo e secondo, scuola elementare e media di via Massone: investimento 38.000 euro, con finanziamento Fers.
Cambiati gli infissi (47 finestre) ala sud-est della scuola elementare e media di via Massone: investimento 70.000 euro. Interventi di isolamento termico e riqualificazione energetica nelle scuole materne di Megli; via Milano e San Rocco: investimento di 80.000 euro di cui 70.000 provenienti dal Decreto crescita.
Fornitura e posa in opera di n. 2 portoni in alluminio, n. 4 chiudi-porta nelle scuole elementari e medie di via Massone: investimento di 11.847 euro (lavori affidati).
Lavori di efficientamento termico mediante sostituzione della centrale termica nell’istituto scolastico di Via Massone: investimento di 152.000 euro.
Lavori di efficientamento energetico mediante installazione di corpi illuminanti ad efficienza migliorata nell’istituto scolastico di Via Massone: investimento complessivo 232.000 euro.

Manutenzioni e lavori negli edifici comunali. Il palazzo comunale è da due anni imbacuccato con spessi nailon e ponteggi. Come proseguono i lavori? 

Incominciamo dal Palazzo Comunale di Recco:
i. Efficientamento energetico del Palazzo: investimento 1.114.000 euro, progetto finanziato da Regione Liguria attraverso un contributo a fondo perduto di circa 758.000 euro. Una ulteriore quota di circa 200.000 euro proviene dal Gestore dei servizi energetici; mentre il Comune ha impegnato poco più di 100.000 euro di risorse economiche proprie.
ii. Opere interne, razionalizzazione degli spazi e degli uffici al primo piano (15.200 euro).
iii. Smontaggio delle pareti mobili; delle scaffalature ed ai successivi riposizionamenti necessari alla riorganizzazione degli spazi degli uffici comunali posti ai piani terra e primo del palazzo comunale (9.100 euro).
Realizzazione eco centro in Via della Né: investimento complessivo 490.000 euro.
Asfaltatura della strada di accesso all’ecocentro di Via della Né: investimento 30.000 euro.
Messa in sicurezza della scarpata stradale di Via della Né, area limitrofa all’ecocentro: investimento 13.200 euro (cantierabile a febbraio p.v.).
Sala Polivalente di via Ippolito d’Aste:
i. Efficientamento energetico mediante sostituzione della pompa di calore e coibentazione di porzione della copertura (61.000 euro);
ii. Installazione di corpi illuminanti ad efficienza migliorata a sorgente a led (70.000 euro).
iii. Restyling del prospetto con fornitura e posa lastre mancanti (3.190 euro).
iv. Sostituzione dei fan coils per riscaldamento (4.697 euro).
v. Rifacimento del lastrico di copertura circostante l’edificio (99.400 euro).
Restyling di due alloggi comunali in Via Milano civ. 10/9 e Via Trieste civ. 3/12, per un investimento di 70.000 euro. 

Parliamo della costa del Golfo Paradiso. Quali interventi in difesa del litorale?

Questi sono gli interventi: Messa in sicurezza delle pareti rocciose sottostanti Corso Garibaldi e Lungomare Italia: investimento di 36.600 euro.
Il rilievo batimetrico antistante la spiaggia centrale e la spiaggia dei Frati, propedeutico al dragaggio dei fondali e al ripascimento degli arenili: investimento 9.000 euro. Ravori di rifiorimento e rinforzo del pennello alla foce del torrente Recco, investimento di 52.000 euro.
Ripascimento stagionale della spiaggia centrale e della spiaggia dei Frati con materiale di sovralluvionamento dalla foce del torrente Recco: investimento 47.000 euro.
Manutenzione nelle zone dei moli di levante e ponente: investimento 16.800 euro.
Attività di carotaggio finalizzate al campionamento e all’analisi dei fondali del torrente Recco; rilievi propedeutici al dragaggio dei fondali marini e al conseguente ripascimento del litorale; investimento di 3.000 euro.
Dragaggio della foce del torrente Recco e di contestuale ripascimento della spiaggia: investimento di 30.000 euro.
Messa in sicurezza e il ripristino della scogliera di Mulinetti: 33.000 euro di investimento da risorse comunali.
Sistemazione della scalinata di collegamento tra passeggiata punta S. Anna e il Belvedere Piero Pizzo: investimento 9.500 euro. 

Quali interventi di vario genere nelle strade del centro cittadino e in periferia? 

Rifacimento del manto stradale in alcune strade comunali: investimento complessivo 120.000 euro (cantierabile a febbraio p.v.);
Impianti di pubblica illuminazione
i. Riqualificazione dell’impianto di illuminazione pubblica in via Montefiorito, via Ansaldo e via Milite Ignoto: investimento 37.000 eur.
ii. Impianto in Salita Megli: investimento 3.190 euro.
iii. Sostituzione e posa in opera di pali e linea elettrica sulla strada pedonale Salita Faveto e in via Colombo: investimento 9.130,00 euro.
Rifacimento marciapiede antistante il portico del civ. 5 di Via Assereto: investimento 40.000 euro (cantierabile a marzo p.v.).
Installazione di pannelli informativi sul territorio: investimento 24.500 euro.
Asfaltatura di parte della strada di Via Faveto: investimento 33.000 euro.
Rifacimento porzione di marciapiede lato est di via Pisa: investimento 35.000 euro.
Incarico professionale per la progettazione preliminare della riqualificazione di via XXV aprile: investimento di 10.000 euro.
Incarico professionale per la redazione delle indagini professionali;  supporto della progettazione per la messa in sicurezza sismica del palazzo comunale; investimento 1.800 euro per indagini e 4.500 euro per il progetto di fattibilità tecnica economica.  ABov