Home Spettacolo Spettacolo Genova

Francesco Gibellini e Stefano Manfredini in concerto d’organo

0
CONDIVIDI
Stefano Manfredini e Francesco Gibellini

FESTIVAL ORGANISTICO DEL NORD OVEST. F.O.N.O. 2019

21° ARMONIE SACRE PERCORRENDO LE TERRE DI LIGURIA

Festival organistico internazionale

Sabato 10 agosto 2019

SESTRI LEVANTE (GE)

Chiesa di San Pietro Apostolo, Riva Trigoso

(Corso Colombo 105, 16039 Sestri Levante, Ge)

Ore 21.15: CONCERTO D’ORGANO

Francesco Gibellini, tromba

Stefano Manfredini, organo

Sabato 10 agosto la Chiesa Parrocchiale di S. Pietro Apostolo di Riva Trigoso ospiterà l’esibizione del duo formato dal trombettista Francesco Gibellini e dall’organista Stefano Manfredini. L’appuntamento si colloca nell’ambito del XXI Festival Organistico Internazionale “Armonie Sacre percorrendo le Terre di Liguria”, rassegna itinerante promossa dall’Associazione Culturale “Rapallo Musica” che giunge a Sestri Levante per la terza volta consecutiva nella sua storia. La manifestazione aderisce al progetto F.O.N.O. – Festival Organistico del Nord Ovest, che affianca ai tradizionali concerti in Liguria diversi appuntamenti in Valle d’Aosta e Piemonte. Si rinnova quindi l’opportunità di ascoltare l’organo “Filippo Tronci” (1896) in un ampio repertorio comprendente composizioni di diverse epoche e stili. Il concerto si avvale del sostegno economico della Compagnia di San Paolo e del Comune di Sestri Levante.

BIOGRAFIA:
Nato a Sassuolo nel 1987, Francesco Gibellini si è diplomato brillantemente in tromba nel 2008 presso il Conservatorio di Musica “A. Boito” di Parma, nel 2011 consegue presso lo stesso istituto il Diploma Accademico di secondo livello in Tromba con valutazione 110 e lode. Collabora regolarmente con formazioni orchestrali con il ruolo di prima tromba e tromba di fila come: Orchestra Sinfonica “A. Toscanini”, Opera Italiana Orchestra, Orchestra del Teatro Regio di Parma, Orchestra Filarmonica Italiana, Orchestra Sinfonica di Savona, Filarmonia Veneta, sotto la direzione di importanti direttori come: Yuri Temirkanov, Lorin Maazel, Daniel Oren, Stefan Anton Reck, John Axelrod, Juraj Valcuha, Grzegorz Nowak. Si esibisce regolarmente in Italia e all’estero in numerosi concerti come solista in particolare con il duo tromba e organo. Suona in numerosi ensemble di ottoni come: Modena Brass Quintet, Ottoni del Duomo di Reggio Emilia, Quintetto di ottoni del Duomo di Modena, Quintetto di ottoni dell’Orchestra “A. Toscanini”, Quintetto di ottoni dell’Orchestra dell’Opera italiana, Quartetto di ottoni romantici “A. Apparuti”. Per quanto riguarda la musica antica eseguita con strumenti storici ha collaborato in concerti e registrazioni discografiche con Ensemble quali: Zefiro Ensemble, Ensemble “Gambe di Legno”, Ensemble il Falcone, Ensemble Voxonus, Dolce Concento Ensemble, Ensemble la Lauzeta. Dal 2016 è docente di tromba al liceo musicale “A. Bertolucci” di Parma.

Nato a Modena, Stefano Manfredini si diploma a pieni voti nella classe di Organo e Composizione organistica sotto la guida del Maestro A. Gaddi presso il Conservatorio Statale “L. Campiani” di Mantova, laureandosi poi in Discipline Musicali – Organo presso il medesimo Conservatorio con il massimo dei voti. Ha inoltre seguito corsi di direzione di coro e direzione d’orchestra. Presso il Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna si è laureato in Discipline Musicali – Clavicembalo, sempre col massimo dei voti, discutendo una tesi sul repertorio sacro nella devozione domestica della Chiesa protestante. Ha partecipato a corsi di perfezionamento tenuti da K. Schnorr, O. Mischiati, L.F. Tagliavini, F. Caporali, M. Imbruno.
Ha inaugurato restauri di strumenti storici. Svolge attività concertistica in Italia e all’estero (Europa e Russia) sia in veste di solista, sia in varie formazioni da camera. La sua grande passione per l’harmonium, lo porta a dedicarsi all’approfondimento della letteratura per questo strumento.
È vice-presidente dell’Associazione Amici dell’Organo “J.S. Bach” di Modena e collabora alla Direzione Artistica della rassegna “ArmoniosaMente” promossa dalla Provincia di Modena, e del “Modena Organ Festival”.di arte organaria, si adopera da anni per la tutela degli strumenti antichi del territorio modenese, promuovendo restauri e iniziative per la valorizzazione del patrimonio organario. Già organista della chiesa di San Domenico della sua città, dal gennaio 2004 è stato nominato organista titolare del monumentale organo “Tamburini” (5 manuali, 12.000 canne) della chiesa di San Giovanni Bosco in Bologna. Ha insegnato Organo presso l’Istituto Diocesano di Musica Sacra di Modena dal 2009 al 2013, e nel 2010-11 anche presso il Liceo Musicale “A. Masini” di Forlì. Dal 2009 è membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione Italiana Santa Cecilia e dal 2014 è direttore del Segretariato di Organologia.