Home Politica Politica Genova

Forza Italia spacca maggioranza a Tursi? FdI: loro tentati dal Pd

1
CONDIVIDI
Forza Italia spacca maggioranza a Tursi? FdI: loro tentati dal Pd

“Contro ogni manifestazione di violenza e ogni tentativo di propagandare forme di totalitarismo”. E’ la sostanza del documento approvato nei giorni scorsi dalla maggioranza Peracchini al Comune della Spezia, dove la “mozione antifascista” dell’opposizione di centrosinistra per negare gli spazi pubblici solo ai neofascisti e consentirne l’uso agli altri è stata bocciata dal centrodestra.

La Spezia, votato ordine del giorno che ripudia ogni estremismo violento: di destra e sinistra

Un percorso che avrebbe dovuto seguire anche Palazzo Tursi, dove invece la maggioranza Bucci la scorsa settimana è uscita dall’aula senza votare contro la “mozione antifascista” di Pd e Lista Crivello. Come si ricorderà, la seduta era stata sospesa e rinviata a domani pomeriggio.


Bucci e centrodestra: mozione contro ogni violenza. Ma i compagni li insultano

“Noi – ha spiegato oggi il capogruppo comunale di FdI Alberto Campanella – domani saremo disponibili a votare lo stesso testo approvato alla Spezia: un documento certamente non fazioso e che sarebbe opportuno condividere.

Oppure voteremo la mozione che avevamo già pronta martedì scorso in Sala Rossa, prima che scoppiassero le proteste della claque di sinistra sugli spalti del pubblico.

In ogni caso, quella dell’opposizione non la voteremo mai. Così come non voteremo mai le modifiche alla prima mozione che vadano incontro alle pretese del Pd e della Lista Crivello, citando fascismo e neofascismo anziché ogni totalitarismo”.

Tali modifiche, infatti, sarebbero già state inserite nella bozza della nuova mozione su proposta del capogruppo comunale di Forza Italia, Mario Mascia, che se domani insisterà anche per la votazione spaccherà ufficialmente la maggioranza Bucci.

Pd: mozione contro ogni violenza di Bucci e centrodestra inaccettabile. Ripresentiamo la nostra

Marta Brusoni (Lista Bucci): violenza è tutta da condannare, di destra e sinistra

“Non condivido la posizione di Forza Italia – ha aggiunto Campanella – perché allora si sarebbe già dovuta votare la mozione presentata martedì scorso dalla sinistra. Domani, quindi, vedremo se uscire dall’aula o votare contro o astenerci sulla mozione che cita solo fascismo e neofascismo anziché tutti i totalitarismi e ogni violenza.

Lo ribadisco. Noi siamo contro ogni violenza e totalitarismo, di destra e di sinistra. Pertanto, siamo favorevoli a un documento che, oltre a questo, faccia riferimento al rispetto delle leggi (apologia del fascismo inclusa) e delle regole previste anche dalla nostra Costituzione, la quale garantisce a tutti la libertà di manifestare il proprio pensiero.

A ben vedere, perfino il professore Lorenzo Cuocolo ha commentato sui media la ‘mozione antifascista’ del Pd bollandola come illegittima e priva di fondamento giuridico perché la Costituzione non consente divieti del genere e sarebbe discriminatorio.

Confermo che noi avremmo votato e siamo ancora convinti di votare la prima mozione del centrodestra o, in alternativa, lo stesso documento approvato alla Spezia. Se domani sarà presentato in aula un testo con delle modifiche, sottomesso alle pretese di Pd e Lista Crivello, noi non lo voteremo”.

“Piena sintonia con il capogruppo Campanella – ha aggiunto il consigliere comunale di FdI Valeriano Vacalebre – che ha illustrato bene la situazione in maggioranza a Tursi. Noi non condividiamo la posizione di Forza Italia.

Inoltre, non comprendiamo per quali motivi si debba essere sottomessi a Pd e Lista Crivello anziché seguire il percorso già avviato con Bucci oppure quello che ha avuto successo in Comune alla Spezia.

Un percorso che, peraltro, ha visto il sindaco Peracchini e il centrodestra passare indenni agli attacchi del centrosinistra perché forti del consenso ribadito anche in questa occasione dalla cittadinanza. Siamo sicuri che pure i genovesi la pensino come gli spezzini”.

 

Gambino, Vacalebre e Campanella (FdI)

 

1 COMMENTO

Rispondi