Home Cronaca Cronaca La Spezia

Commissariato Sarzana, il Siap incontra il Questore Di Ruberto

0
CONDIVIDI
Il Commissariato di Sarzana

Ieri il sindacato di polizia Siap, dopo aver denunciato pubblicamente le gravi carenze del Commissariato della Polizia di Stato di Sarzana, ha incontrato il Questore della Spezia Di Ruberto.

La delegazione sindacale era composta dal dirigente nazionale Roberto Traverso, il segretario regionale Alessandro Dondero ed il segretario provinciale Federico Vivaldi.

“Riteniamo – scrivono dal Siap – che l’incontro sia stato positivo in quanto il Questore si è impegnato con il SIAP a risolvere alcuni punti nevralgici per il miglioramento delle condizioni del Commissariato.

Nel dettaglio ci ha riferito che in tempi brevi provvederà a rinforzare l’organico del commissariato di alcune unità e che interverrà per risolvere le sperequazioni organizzative che attualmente sono presenti all’interno del Commissariato.

Inoltre, di fronte all’esigenza di garantire al personale che in questo momento sul territorio si trova esposto a gravi rischi professionali, si è reso disponibile ad attivare un’adeguato supporto utilizzando in modo mirato ed adeguato lo strumento della reperibilità.

Per quanto riguarda la situazione logistica ed igienico sanitaria, presente all’interno del Commissariato, il Questore si è impegnato a rinnovare completamente gli arredi ed a tal proposito inoltrerà richiesta al magazzino della Polizia di Stato di Senigallia.

Il Siap, pur apprezzando l’apertura del Questore che ha recepito le problematiche denunciate dalla nostra organizzazione, vigilerà con attenzione il concretizzarsi di buoni propositi che non dovranno rimanere tali.

Inoltre, di fronte al fondamentale ruolo svolto dal Commissariato di Sarzana sul territorio, chiederemo un urgente incontro al Sindaco Cavarra visto che l’immobile è di proprietà Comunale e riteniamo incomprensibile che le istituzioni locali non sostengano fattivamente la Polizia di Stato, se non altro facendo lavorare i poliziotti in ambienti decorosi, visto che le attuali condizioni logistiche del Commissariato sono a dir poco inaccettabili”.